PalermoWeb sta cambiando... resta in contatto su: www.palermoweb.net !

 Personaggi palermitani

 

 

Il primo papa palermitano: Agatone

 

 
 

I Papi di Palermo

Tra gli illustri personaggi palermitani si annoverano anche due Papi.

L'80° successore di Pietro alla guida della chiesa è stato un palermitano, già patrono della città, dal nome un po' strano AGATONE. Divenuto Santo a seguito del suo papato durato veramente poco, solo tre anni e qualche mese, Agatone oggi è sepolto in San Pietro.

San Sergio I secondo e ultimo papa palermitano fu l'85 ° Papa e resse la chiesa per ben 13 anni e 8 mesi.

Oggi ambedue sono ricordati da due splendide statue poste davanti la Cattedrale su Via Vittorio Emanuele

  • S. Agatone

Primo papa siciliano, nato nella nostra città nel VII secolo.

Benedettino del Monastero di S.Ermete, fu eletto al soglio pontificio il 27 giugno dell'anno 678 e morì a Roma il 10 gennaio del 681.

Mantenne relazioni con vescovi inglesi ed incoraggiò l'Irlanda come centro di cultura.

Nel marzo del 680 tenne un Sinodo a Roma e nel novembre dello stesso anno diresse il VI Concilio Ecumenico, tenutosi a Costantinopoli (Costantinopolitano III o Trullano), durante il quale condannò l'eresia del monotelismo. Gli successe un altro papa siciliano, Leone II (682-683).

È raffigurato nella statua situata sulla balaustra intorno alla Cattedrale, all'angolo tra il corso Vittorio Emanuele e la via Matteo Bonello [nella foto a sinistra].
La scultura è opera di Giovanni Travaglia.


  • S. Sergio I

Terzo Papa siciliano (dopo Agatone e Leone II), nato a Palermo nel 654 circa e morto a Roma l' 8 settembre dell'anno 701.

Fu eletto il 15 dicembre dell'anno 687, dopo due antipapi, Teodoro e Pasquale.

Compose lo scisma istriano che si trascinava da 140 anni.

Si rifiutò di riconoscere gli atti del Concilio quinisesto del
692 (così chiamato perché doveva essere il complemento del V e del VI Concilio Ecumenico) voluto dall'imperatore Giustiniano II Rinotmeto.[*]

Questi allora inviò a Roma il suo protospatario Zaccaria con l'ordine di tradurre il Papa a Bisanzio, ma la popolazione di Roma insorse e salvò la vita al Pontefice. Sergio I introdusse nella liturgia della Messa il canto dell'Agnus Dei ed istituì feste solenni in onore di Maria Vergine.

È raffigurato nella statua situata sulla balaustra intorno alla Cattedrale, all'angolo tra il corso Vittorio Emanuele e la via Simone da Bologna [nella foto a sinistra]. La scultura è opera di Carlo D'Aprile.


[*](670 ca.-Sinope 711) Figlio di Costantino IV, gli succedette nel 685 come imperatore d'oriente. Dopo dieci anni venne detronizzato da Leonzio, ma nel 705 tornò al potere avviando una feroce repressione.

<BACK

HOME

FEEDBACK PRIVACY

info@palermoweb.com

 PalermoWeb NEWS - Reg.Trib. Pa. n.26-17/09/07 - 1999-2015©Copyright PalermoWeb - Direttore: Rosalinda Camarda