PalermoWeb sta cambiando... resta in contatto su: www.palermoweb.net !

 ISOLE EGADI - Favignana

Partendo dal porto di Cala Principale dopo aver visitato lo stabilimento gotico-rinascimentale della tonnara ed apprezzato il liberty di Palazzo Florio e dopo aver fatto una puntatina a contrada Badia per godere del sapore del tempo delle sculture di A. Campo, in direzione Est, dopo circa 2 Km., si arriva alla zona archeologica di San Nicola che, abitata fin dalla preistoria, presenta segni di una necropoli tardo ellenistica.

Se il percorso è fatto lungo la costa si incontrano gli Scali di San Giuseppe e Madonna e le Cale Graziosa e San Nicola. Proseguendo verso Cala Rossa si attraversa la zona di Scalo Cavallo.

Tutto il percorso compreso l'entroterra è un susseguirsi di cave di tufo che formano un fantascientifico ipogeo di pietra e di scali utilizzati per l'imbarco dell'allora prezioso materiale in direzione della Sicilia e dei paesi Nord Africani. In effetti il tufo ha rappresentato nel recente passato la fonte primaria, assieme alla pesca dell'economia favignanese. La stessa Cala Rossa è un susseguirsi di gallerie scavate a braccia dalla tempra e il sacrificio di un uomo che esprimeva necessariamente forza. 

Già nel passato, la cala è stato teatro di una gigantesca battaglia punico-romana tant'è che i fondali che si estendono fino a Punta Marsala in direzione Sud sono ricchi di reperti di immenso valore archeologico.

Lungo la costa si trova la zona del Bue Marino con il suo stupendo mare e le maestose gallerie tufacee. A Ovest di Punta Marsala: Cala Azzurra e quindi Punta Fanfalo. Proseguendo nella stessa direzione Cala Tuono, Grotta Perciata, Lido Burrone, Cala Monaci, Punta Longa sede di un piccolo villaggio di pescatori e di un porticciolo. Siamo a circa 2 Km. dalla parte opposta del Porto di Cala Principale.

Da Punta Longa a Punta Sottile, ove ha sede il faro, è un susseguirsi di cale (S. Antonio, Rotonda, Grande), di isolotti e scogli (Preveto - ove si trova una gabbia gallegiante per la produzione di pesce - Galeotto, Galera, Scoglio dalle Correnti) e di mare incontaminato. Da Punta Sottile in direzione Nord, fino a Punta Ferro, la costa diventa più arida e più rocciosa. Verso Punta Faraglione, bella la Cala del Pozzo, ricchissima di pesce e di ricci.

Siamo a ridosso della zona "B" della riserva marina con fondali ricchi di flora e fauna. La zona "B", superando Punta Faraglione, si estende fino a Grottarola. Nel tratto si trova: Cala Trapanisa, Cala Funeri, Grotta Rimbs, Punta Vallirara, La Praia, Punta Canale e quindi il Porto di Cala Principale.

Tutto il percorso, circa 25 Km., si può fare in vari modi e in tempi diversi: a piedi, in bici, in motorino, a cavallo, anche in auto o in barca con qualche eccezione. Necessariamente a piedi o in barca, da Punta Faraglione a Grottarola.


ITINERARI SUBAQUEI -FAVIGNANA

  • PUNTA S.NICOLA
    A 30 mt. dalla punta In direzione Nord si trovano fondali di 8 mt., con grotta tappezzata dal rosso vivo degli anemoni e resti di grandi gusci di ostriche. Zona ottima per foto.
  • CALA ROSSA E PUNTA MARSALA
    Tra Cala Rossa e Punta Marsala per tutto il tratto, a 50 mt. dalla costa si trovano fondali di sabbia a 12 mt.. La zona è di grande interesse archeologico poiché vi affiorarono resti punici e romani della battaglia delle Egadi del 241 a.C.
  • SECCA DEL TORO
    Di fronte a Punta Longa ad est della quale si trova un porticciolo accessibile a piccole imbarcazioni, a circa 2,4 miglia facendo rotta a 194' si trova la Secca del Toro i cui fondali oscillano da 6 mt. a 40 mt.circa. La zona è ricca di vegetazione (gorgonie, anemoni, praterie di posidonia), di pesce (saraghi, cernie, aragoste e grandi specie pelagiche di passo), di spugne di ogni foggia e colore. La corrente è molto forte.
  • SCOGLIO PALUMBO
    A metà percorso tra la Secca del Toro e l'isolotto di Preveto, nei pressi del quale si trova la gabbia galleggiante per la produzione di pesce, lo Scoglio Palumbo si offre agli appassionati di fotosub. In zona si trova un relitto. Di fronte la bella insenatura del Passo a ridosso dai venti settentrionali.
  • CALA ROTONDA
    La parete Est della Cala a strapiombo sul mare è ricca di rosse gorgonie. Buona la presenza di aragoste. Ottima per foto. Nei bassifondi rocciosi fino a Punta Sottile si trovano numerose grotte completamente sommerse e semi affioranti. Fra gli anfratti pesci stanziali anche di dimensioni non indifferenti.
  • SECCA PURITANA
    Di fronte a Punta Ferro a 1,5 miglia in direzione 346,5° si trova la Secca Puritana con fondali rocciosi a 17/20 m. Buona la presenza del pesce di passo (ricciola) e della stessa vegetazione (gorgonie, posidonie, etc.). Presenza di spugne .
  • PUNTA FARAGLIONE - SECCA SCIUBBA
    Da Punta Faraglione i fondali rocciosi digradano dolcemente per poi ricoprirsi di sabbia. A 50 m. in direzione Nord la Secca Sciubba si presenta con un fondale che oscilla dai 12 ai 20 m. e una grandissima grotta con tunnel d'uscita. Buona la visibilità. Sono presenti gli anemoni e praterie di posidonia nonché ombrine, saraghi, cernie ed aragoste. Siamo nel cuore della zona B della riserva marina di Favignana.

<Index Itinerari

<BACK

HOME

FEEDBACK PRIVACY

info@palermoweb.com

 PalermoWeb NEWS - Reg.Trib. Pa. n.26-17/09/07 - 1999-2015©Copyright PalermoWeb - Direttore: Rosalinda Camarda