PalermoWeb sta cambiando... resta in contatto su: www.palermoweb.net !

 Parchi e riserve in Sicilia

 

 

 

Bosco di Aglisotto, Pioppo (Palermo)

ID: 5
Denominazione Riserva: Riserva Naturale Integrale "Lago Sfondato"
Provincia: CALTANISSETTA
Ente Gestore: Legambiente
Sede Riserva: Via Rosso di S. Secondo 14A, 93100 Caltanissetta
Tel / fax: tel 0934564038 fax 0934547263
e-Mail: lagosfondato@tiscalinet.it
web: www.parks.it
Direttore: Sig. Angelo Dimarca
Referente: Operatori di vigilanza:Sig.ra F. MancusoSig. M. Asarisi
Descrizione: Testi di Valerio Cimino (WWF) - Il lago Sfondato è un lago carsico, formatosi per lo sprofondamento di una "pila di strati" probabilmente nel 1907: lo si può considerare uno dei più recenti laghetti siciliani. Si tratta di un ecosistema poco conosciuto e pressocché ignorato dalla letteratura scientifica ma che ha un fascino particolare che lo distingue. E' sito nelle vicinanze di Marianopoli, alle pendici del monte Pertichino. Può raggiungere una profondità massima di 13,50 m nei periodi di piena. Il territorio in cui si trova il lago è costituito da terreni della serie gessoso-solfifera miocenica, formati da arenarie tenere, strati argillosi (spesso salati) e banchi di gesso. I due versanti della vallata, forse separati da una faglia, sono costituiti uno da strati di gessi fortemente piegati e l'altro da argille impermeabili che sembra formino un muro impermeabile al passaggio delle falde acquifere scorrenti attraverso i gessi. Il crollo che ha formato il lago va messo in relazione all'azione delle acque sui gessi che sono più solubili in acque rese acide dalla presenza di anidride carbonica. L'azione chimica e fisica delle acque sotterranee ha formato una cavità interna. Il crollo del suo tetto ha poi provocato lo scivolamento degli strati sovrastanti. La formazione della depressione avvenne lentamente: si aprì una cavità di pochi metri che si allargò successivamente, fino a raggiungere le dimensioni attuali. Ciò sembra possa essere stato causato proprio dall'incanalamento delle acque da parte delle rocce argillose impermeabili. Inoltre il perdurare di questa circolazione sotterranea potrebbe causare altri crolli anche in futuro. La morfologia della parte emersa della conca presenta delle fiancate ripide con gli strati di gesso fortemente contorti. I suddetti costoni hanno un notevole valore paesaggistico. Il lago è altresì interessante anche per lo studio della morfologia e della idrologia carsica di cui è un esempio unico per le nostre zone. La Fauna e la Flora Il lago era noto esclusivamente per l'interesse geologico ma studi svolti dallo scrivente hanno evidenziato che, anche dal punto di vista faunistico e floreale, lo Sfondato ha delle peculiarità che lo rendono un biotopo molto interessante. E' circondato da una fitta "cintura" di Cannuccia, dove nidifica la Cannaiola. La zona immediatamente all'esterno è incolta e vi predomina una vegetazione erbacea con qualche arbusto e rari alberi. L'avifauna è costituita da passeriformi come il canterino Usignolo di fiume, nidificante, il piccolo Beccamoschino, il Pendolino ed altri più rari. Interessanti anche le piante presenti nei pressi del lago come la decina di specie di orchidee spontanee tra cui l'Ophrys bertolonii e la Ophrys sphegodes panormitana, endemica siciliana. Conclusioni e proposte Nonostante la zona del lago Sfondato sia piuttosto antropizzata (i contadini delle masserie praticano l'agricoltura estensiva e l'allevamento di bovini ed ovini) l'ecosistema è in buone condizioni e perciò merita un'attenta conservazione. Si propone l'ampliamento della zona di preriserva anche in funzione del rischio di ulteriori crolli nelle immediate vicinanze.

<<Home Riserve Se trovi un dato errato segnalacelo... grazie >>

<BACK

HOME

FEEDBACK PRIVACY

info@palermoweb.com

 PalermoWeb NEWS - Reg.Trib. Pa. n.26-17/09/07 - 1999-2015ęCopyright PalermoWeb - Direttore: Rosalinda Camarda