“…la più bella Chiesa al mondo, il più sorprendente gioiello religioso sognato dal pensiero umano…”

Guy de Maupassant (1885)

Alla Cappella Palatina si accede da Palazzo dei Normanni

La costruzione della cappella di Re Ruggero fu iniziata nel 1130, anno in cui il re fu incoronato.

La sua consacrazione avvenne nel 1143, come attesta un’ iscrizione nella cupola.

La cappella ha la forma di una basilica a tre navate, divise da colonne, di granito con capitelli corinzi dorati, che sorreggono lo slancio degli archi acuti.

I soffitti fatimiti coprono le tre navate della cappella: a spiovente quelli laterali, a muqarnas (stalattiti) quello centrale.

I mosaici occupano interamente le parti alte delle pareti, la cupola, le absidi.

Nella cupola è il Cristo Pantocrator, benedicente alla greca, circondato da quattro arcangeli e da quattro angeli.

Oggi è dedicata a San Pietro Apostolo.

La Cappella Palatina, da sola, vale un viaggio a Palermo, è uno dei monumenti da non perdere assolutamente !

Per approfondire e altre foto vai su: 

http://www.palermoweb.com/cittadelsole/monumenti/cappella_palatina.htm 

Dal 3 luglio 2015 fa parte del Patrimonio dell’umanità (Unesco) nell’ambito dell’ “Itinerario Palermo arabo-normanna e le cattedrali di Cefalù e Monreale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *