A Catania, in vista della “Giornata della Memoria e dell’Impegno” di Libera, si parla di educazione alla pace

62

Fa parte delle tante iniziative, promosse sul territorio nell’ambito del percorso “100 passi verso il 21 marzo”, “Giornata della Memoria e dell’Impegno” dedicata a tutte le vittime innocenti delle mafie,  la presentazione del libro “Educare alla pace: la questione palestinese“, in programma alle 19.30 di giovedì 8 marzo alla Libreria Vicolo Stretto, in via Santa Filomena 38, a Catania.

Una testimonianza diretta di ciò che accade nei territori occupati di Palestina, un viaggio di gruppo della Campagna “Ponti e non Muri”, un impegno tenace di “Pax Christi”. 

«La forza oggettiva di quanto abbiamo visto – affermano gli autori – ha colpito i nostri cuori e ci ha imposto di testimoniare, ciascuno a suo modo e nel suo campo di azione, la condizione di oppressione e di discriminazione, simile a un vero e proprio regime di apartheid, che la popolazione palestinese subisce da parte del governo israeliano».

A illustrare le tante tappe che hanno portato alla realizzazione di questo lavoro saranno proprio gli stessi autori: Agata Nicolosi, professore associato di Economia e Politica Agroalimentare presso la Facoltà di Agraria dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria; Vincenzo Pezzino, medico universitario in pensione, membro attivo del Coordinamento provinciale di “Libera” a Catania e del movimento cattolico internazionale per la pace “Pax Christi”; Laura Sciacca, professore associato di Endocrinologia presso l’Università di Catania, ma anche  membro attivo del movimento cattolico internazionale per la pace “Pax Christi”; Giuseppe Strazzulla, docente di Materie letterarie presso il Liceo Regina Elena di Acireale (CT) e coordinatore provinciale di “Libera” a Catania.