A Cefalù si parla di violenza contro le donne attraverso la Rete antiviolenza “Amorù”

666

Un’occasione per parlare di violenza contro le donne, raccontando quando si sta facendo nello specifico sul territorio attraverso l’impegno di associazioni e realtà operanti in sinergia tra di loro.

Come la Rete Antiviolenza ”Amorù, progetto promosso dall’ Organizzazione Umanitaria Internazionale LIFE and LIFE (LaL), ente capofila, e sostenuto da FONDAZIONE CON IL SUD, nell’ambito del Bando Donne che sosterrà con 2 milioni di euro 9 progetti nell’arco di tre anni. La sua presentazione alle 17 di venerdì 15 febbraio alla Rettoria San Domenico, in via Costa 63, a Cefalù.

Organizzata dall’associazione “Benessere Lab” e dalla sezione di Cefalù della Fidapa – BPW Italy, l’iniziativa sarà introdotta dai saluti istituzionali di: Patrizia Messina, presidente Fidapa – sezione Cefalù; Cettina Corallo, presidente Fidapa Distretto Sicilia; Giuseppina Seidita, Finance Officer BPW International  – Past president nazionale Fidapa BPW Italy; S.E.R. Mons. Giuseppe Marciante,  vescovo della Diocesi di Cefalù; Rosario Lapunzina, sindaco di Cefalù.

Interverranno: Valentina Cicirello, vicepresidente della LIFE and LIFE, esperta di cooperazione internazionale; Liliana Pitarresi, coordinatrice della Rete Antiviolenza “Amorù”, psicologa e psicoterapeuta; Giuseppina Seidita, con una relazione su “Child marriage, una grave violazione dei diritti umani”; Sefa Akter, mediatrice culturale, socia LIFE and LIFE, con una testimonianza di violenza fisica e psicologica, vissuta in Bangladesh, terra che è riuscita a lasciare arrivando a Palermo, dove ha cambiato del tutto la sua vita proprio grazie alla LIFE and LIFE.

Modererà la giornalista Gilda Sciortino, responsabile della Comunicazione “Amorù”. Ingresso libero.