Al Don Orione di Palermo lo spettacolo della “Compagnia Instabile”. Tra gli sponsor anche il Caffè del Teatro Massimo

1057

Una vecchia e impolverata bottega contiene una quantità indescrivibile di oggetti acquistati dal generoso proprietario, ormai rassegnato alla logica del mercato. Numerosi i venditori che gli proporranno affari per lo più inutili, dal momento che è sempre disposto ad accogliere ogni tipo di oggetto.

Materiale che si andrà sempre più accumulando, a dimostrazione di quello che accade quando non ci accorgiamo degli errori che commettiamo. In questo caso si tratta di errori relativi ad acquisti irrefrenabili, che celano il desiderio inconscio di trovare in ogni oggetto una parte di se stessi, della propria memoria, della propria vita.

È  quanto ci racconterà “La bottega degli errori”, spettacolo in scena alle 17.30 di domenica 5 novembre al Teatro Don Orione di Palermo, che vede tra i suoi sponsor anche il Caffè del Teatro Massimo.

 Una produzione che conclude il laboratorio di teatro- terapia “Teatro IN – Azione”, CTA “Lares” mod.5 del DSM APS 6, condotto dalla “Compagnia Instabile”, nata nel 2011 con i pazienti, i dirigenti e il personale della CTA, insieme agli operatori volontari clown dell’associazione”Vip Palermo”. Una realtà teatrale che nel tempo s’ingrandisce grazie all’inserimento di pazienti provenienti dai centri diurni e dalle altre CTA, realizzando un percorso terapeutico che tra i suoi punti di forza ha la spontaneità e il benessere. Qualità indispensabili per andare in scena.

Testi e regia di Anna Maria Parissi e Roberta Zottino, scenografia di Roberta Zottini e Sebastiano Catalano, costumi e sartoria di Marta Fasulo, assistente Liza Vellati, assistente di scena Adriana Simanella, fotografia di Bebo Cammarata.

Ingresso con donazione libera fino a esaurimento dei posti.