Al residence “Marinalonga” serata contro il bullismo tra Aikido, musical nella lingua dei segni, proiezioni e momenti di confronto

306

Combattere il bullismo con sport come l’Aikido, ma anche attraverso momenti di condivisione di buone pratiche.

Sarà una serata ricca di numerosi momenti, quella in programma questa sera, a partire dalle 21.30, nello splendido scenario naturalistico del residence “Marinalonga” di Villagrazia di Carini, dove si concluderà un percorso che ha dato modo a grandi e piccini di fare la conoscenza di una disciplina sportiva come l’Aikido, nel cui nome è contenuto il senso dell’armonia, ma anche del congiungimento e dell’unione. Una fusione di energie che dà vita a una pratica che aiuta contro qualunque forma di prevaricazione.

«Non a caso ci sarà anche l’associazione nazionale “Polizia di Stato – sez. Monreale”, con la quale portiamo avanti progetti di lotta contro il bullismo – spiega l’istruttore, il maestro Salvo Ferrante, qui anche nella veste di presidente della Uisp di Palermo -. Ci saranno, infatti, il presidente, Santo Gaziano, e la segretaria economa, Francesca Mannino, che parleranno di questo tema con i bambini, per poi avviare un piccolo dibattito con gli adulti. Con i miei allievi, inoltre, offriremo un’esibizione di Aikido in tenuta Samurai e un’altra di Aiki – Kenpo, praticamente una sorta di Karate americano.  Saremo con la divisa della Polizia di Stato e proietteremo dei cartoni didattici per i più piccoli, grazie ai quali anch’io potrò raccontare della mia esperienza di bullismo, vissuta da piccolo. Grazie all’Aikido ho capito come incanalare le mie energie per difendermi».

Un evento, pronto a dimostrare che, attraverso la sinergia, nascono e crescono buone pratiche. Al fianco della Polizia di Stato e della Uisp, infatti, ci sarà l’associazione “Crescere Insieme Onlus“, che ha fatto da collante tra tutte queste realtà.

Non finisce, però, qui perché sarà possibile assistere anche a un musical Disney nel Linguaggio dei Segni a cura di Stefania Ferrante. Un’occasione per raggiungere chi solitamente viene escluso dalle iniziative di un certo tipo.

Un programma che prevede grande ritmo, dal quale chiunque potrà trarre giovamento.

«Non vediamo l’ora – afferma Marilena Dell’Aira, amministratrice di Marinalonga – così come per tutte le iniziative che ci propongono.  Portare messaggi del genere ai bambini non può che fare bene anche a noi adulti e farlo in una struttura come questa, nella quale crediamo che la bellezza sia fonte di arricchimento per l’anima, non può che portare beneficio a chiunque».