Al Tindari Festival arriva il suono e la spiritualità del “Giovanni Mattaliano Ensemble”

786

Giovanni Mattaliano 2S’intitola ”Soteira” il concerto che vedrà il ”Giovanni Mattaliano Ensemble” esibirsi nell’ambito del cartellone teatrale del Tindari Festival, che quest’anno compie il 60° anniversario.

Un unico evento musicale, accolto dalla direzione artistica di Anna Ricciardi, che inaugurerà il campanile della Cattedrale di San Bartolomeo a Patti (Me), alle 20.30 di martedì 23 agosto.  Insieme al clarinettista Mattaliano, daranno il prezioso contributo musicale: Antonino Anzelmo al clarinetto basso, Davide Mazzamuto al violino e Daniele Schimmenti alle percussioni etniche. Il tutto, davanti all’antico portale arabo-normanno della Cattedrale.

In programma pezzi originali, composti dallo stesso fiatista, dal titolo Barok, Toc Poc, Bannata, Volo One, Vis e Soteira (dal greco ”Salvezza’).

Durante il concerto, inoltre, verrà proposto, in prima assoluta, Spirit, brano scritto per l’occasione dedicandolo all’ infinita ricerca di spiritualità dell’uomo che vive la caducità delle cose e della materia con l’inquietudine di questo tempo. Il suono, dunque, come ancora di salvezza e rinnovamento dell’essere mano, nell’idea di purificazione e raggiungimento del bene e dell’amore universale. Una serata da non perdere, se si vogliono vivere emozioni alte e pure.

Per conoscere ancora di più il percorso e l’anima artistica di Giovanni Mattaliano, basta collegarsi al sito www.giovannimattaliano.com.