ASP/OSPEDALE DI PARTINICO: ATTIVATA L’UTIC, UNITA’ DI TERAPIA INTENSIVA CARDIOLOGICA

389

COSTATA UN MILIONE E MEZZO DI EURO, E’ DOTATA DI 4 POSTI LETTO

IN FUNZIONE DA OGGI ANCHE LA RISONANZA MAGNETICA

Quattro posti letto, attrezzature di ultima generazione e personale numericamente e professionalmente adeguato alla struttura. E’ l’UTIC (Unitá di Terapia Intensiva Cardiologica) dell’Ospedale di Partinico attivata questa mattina alla presenza del Commissario straordinario dell’Asp di Palermo, Antonino Candela, e del Direttore sanitario, Giuseppe Noto.
Costata circa un milione e mezzo di euro, si occupa del ricovero e del trattamento dei pazienti con patologie cardiache acute, quali infarto, scompenso cardiaco ed aritmie.
“L’Utic di Partinico – ha sottolineato il Commissario straordinario dell’Asp di Palermo, Antonino Candela – è dotata di tutte le attrezzature necessarie al monitoraggio continuo dei parametri di base del paziente. Sono macchinari che consentono di riconoscere tempestivamente l’insorgenza di eventuali condizioni potenzialmente fatali, purtroppo comuni in questo tipo di pazienti, e di mettere in atto la terapia più idonea. In alcune casi si può rendere necessario il ricorso a monitoraggi più sofisticati, per cui i medici che lavorano in UTIC sono in grado di effettuare anche monitoraggi invasivi”.
L’UTIC fa parte dell’Unità Operativa complessa di Cardiologia dell’Ospedale che può contare, oltre che sul Primario Giovanni Polizzi, sul Responsbile dell’UTIC Rodolfo Pino, su 7 Dirigenti Medici (uno è stato trasferito dall’Ospedale Ingrassia), un Capo Sala, 13 infermieri e 3 ausiliari.
“Nell’UTIC – ha spiegato il Direttore sanitario dell’Asp, Giuseppe Noto – si può fare ricorso anche a terapie non farmacologiche, quali la elettrostimolazione cardiaca mediante pace-maker temporanei in caso di bradi-aritmie, o il supporto emodinamico e respiratorio”.
Sempre da questa mattina è entrata in funzione la Risonanza Magnetica in dotazione all’Ospedale di Partinico. Si tratta di un’apparecchiatura di ultima generazione che garantisce un’ampia gamma di esami. “Dopo la prima fase in cui sarà riservata soltanto ai pazienti ricoverati – ha spiegato Candela – dalla seconda metà di ottobre la Risonanza Magnetica sarà a disposizione anche dell’utenza esterna con esami prenotabili attraverso la rete dei CUP aziendali.
Intanto nei prossimi giorni prenderanno il via i lavori di ristrutturazione del Reparto di Pediatria ed i lavori di ristrutturazione e riammodernamento del Reparto di Medicina. Entrambe le strutture verranno temporaneamente trasferite al primo piano dell’Ospedale.