Casa » eventos » Assemblea pubblica alla Fiera del Mediterraneo per la nascita di un comitato che individui spazi di socialità nel quartiere Montepellegrino

Assemblea pubblica alla Fiera del Mediterraneo per la nascita di un comitato che individui spazi di socialità nel quartiere Montepellegrino

Comparte en:
  • 22
    Comparte

Si svolgerà alle 18 delunedì 11 giugno al Padiglione 3 della Fiera del Mediterraneo (ingresso via Sadat 13) l’assemblea pubblica per la costituzione di un Comitato territoriale nel quartiere Montepellegrino e la valorizzazione a uso sociale dello stesso Padiglione 3, che da tre anni ospita il Mercato Solidale dell’Usato dellaComunità Emmaus Palermo”.

Secondo lOsservatorio Provinciale sulla Dispersione Scolastica e il Successo Formativo il quartiere Montepellegrino e i quartieri limitrofi soffrono di una grave carenza dei piùelementari servizi sociali e spazi idonei ad attività ludiche e sociali”. Mancano o sono assolutamente insufficienti, de hecho, strutture idonee al tempo libero, quali palestre o piscine pubbliche, ludoteche, campi sportivi e giardini pubblici, spazi verdi, videoteche e tutti quei servizi necessari a garantire le iniziative culturali fruibili anche dalla popolazione giovanile.

«Da qui la necessità di un’incontro a più vociafferma Nicola Teresi, presidente di Emmaus Palermodurante il quale si potranno ascoltare le principali necessità dai protagonisti del territorio per individuare spazi e strumenti di socialità da valorizzare come Beni Comuni».

Lo stesso Padiglione 3 della Fiera del Mediterraneo, inoltre, avrebbe la possibilità di ospitare ulteriori spazi di socialità e crescita: ludoteca e attività doposcuola, biblioteca, mediateca, palestra popolare e tanto altro.

«Una Palermo Capitale della Cultura e Città Educativaconclude Teresiha bisogno dei processi partecipativi dei suoi abitanti per creare sinergie e pianificare cambiamento.   Insieme possiamo fare tanto e bene”.

 All’assemblea saranno presenti le istituzioni territoriali, cittadini, scuole, realtà sociali e parrocchiali del quartiere.

COMPARTIR CON AMIGOS: