Beni confiscati alla mafia. Orlando e Abbonato consegnano locali a dieci associazioni

783



Si è svolta questa mattina in via Astorino la cerimonia di consegna di altri di 4 magazzini, 5 ville e 1 ufficio, confiscati alla mafia, ad altrettanti enti che avevano risposto al bando pubblico emesso a novembre dal Comune. La cerimonia, alla presenza del sindaco Leoluca Orlando, dell’assessore al Bilancio, Luciano Abbonato, del Capo di Gabinetto, Sergio Pollicita e degli assegnatari, si è svolta nel locale assegnato all’associazione “Labzen 2 Onlus” e delle “Borse Lab Zen 2”. La firma dei contratti ha permesso l’assegnazione di 5 ville a “Muny Ghyana”, “Cooperativa sociale autismi”, “Associazione Narramondi Onlus”, “Centro di accoglienza per disabili Corradini” e Associazione “T con Zero”, un appartamento all’”Associazione Educazione per l’integrazione Sociale Autistici” e quattro magazzini all’”Associazione Angeli della Notte”, ”Associazione Zen Energia Nuova”, “Labzen 2” e “Associazione Miscelarti”. “Con la consegna di oggi – hanno sottolineato il sindaco Orlando e l’assessore Abbonato – salgono a 149 gli immobili confiscati alla criminalità organizzata e consegnati a Enti o associazioni per finalità sociali e culturali. Si tratta di un ulteriore grande passo in avanti rispetto al passato tenendo conto che nel 2014 gli immobili assegnati erano soltanto 90 con un incremento, quindi, pari quasi al 100%. Questo percorso è frutto della nuova politica dell’amministrazione comunale che da un lato ha accelerato l’assegnazione dei beni confiscati e dell’altro lato, attraverso una stretta collaborazione con l’Agenzia dei Beni confiscati, ha avviato le procedure di gara per la messa a disposizione degli immobili per l’emergenza abitativa e per le associazioni attraverso procedure assolutamente trasparenti che ha pagato sia in termini di risultati che in termini di tempi di assegnazione. A breve – concludono il sindaco di Palermo e l’assessore al Bilancio – verranno pubblicati altri bandi per l’assegnazione di terreni confiscati.” Rivolgendosi agli assegnatari, il sindaco Leoluca Orlando ha detto che “tocca proprio a voi adesso dimostrare concretamente come sia utile questo affidamento secondo le migliori impostazioni ed attuazione della legge Rognoni La Torre nformando periodicamente la comunità e la città sui risultati raggiunti dai vostri progetti”