Cabaret: al CANTUNERA tornano Moschella & Mulè

167

“Sciroccati la stanza del cabaret”, scritto e diretto da Giuseppe Moschella con assistente alla regia Elisabetta Loria va in scena il  prossimo 16 NOVEMBRE 2019 alle 21.00 al TEATRO CANTUNERA in Piazza Monte S. Rosalia 12 a Palermo

[Info e prenotazioni al 329 567 0724]
[intero € 12,00 – ridotto € 9,50 – cral € 8,50]

Forse essere “Sciroccati” è una prerogativa del sud. Tali soggetti trovano,infatti, il loro naturale habitat proprio nella nostra accaldata terra che partorisce e accoglie finti ingenui, sbalestrati anche un po’ svitati,decaduti, dotati di un cervello preposto a pensare a tutt’altro di diverso dall’attività che stanno svolgendo in quel momento, distaccati quindi dalla realtà…

Gli sciroccati sono un pò “allallati”, cioè presi da una forza misteriosa che è come se li facesse lievitare, estraniare dal contesto circostante …e renderli naturalmente comici !

Lo sciroccato senza rendersene conto racconta la nostra terra, riflette e rappresenta squarci, paesaggi,circostanze e stereotipi originali siciliani (e non solo) “figli dello scirocco”e assolutamente inconfondibili, ironici ed unici… lo sciroccato è patrimonio storico-culturale !

E da questa convinzione, sperimentata dalla quotidianità,nasce lo spettacolo di cabaret che prende il titolo proprio da questa simpatica categoria umana.

Il duo comico (che lo ha visto protagonista al Teatro Zelig di Milano, al Teatro dei Satiri di Roma, al Teatro del Sale di Firenze…), tra sketch, musica e videoimmagini, dà voce, forma e colore con orgoglio e tanta autoironia…allo strano e variegato mondo “forgiato” dall’avvolgente e umido scirocco!!!

Giuseppe Moschella ed Emanuela Mulè sono due versatili attori siciliani da anni impegnati in progetti di teatro (Teatro Zelig di Milano, Teatro del Sale di Firenze, Teatro dei Satiri di Roma, Taormina arte ecc…) e cinema (premiati al Chicago International Film Festival, Premio Rocco Chinnici…) che hanno riscosso largo consenso di critica e di pubblico.

Tra i riconoscimenti l’importante Efebo d’oro insieme a Marco Bellocchio e DanieleCiprì, il Premio Pergamene Pirandello,Premio Rocco Chinnici, Premio Solunto-Filangeri, Targa MareFestival Premio Troisi, Premio Costa Normanna.

Nel 2005 nasce il duo Moschella&Mulé caratterizzato da una fondamentale dimensione ironica che contraddistingue lo stile interpretativo e scenico del duo.

I due artisti amano comunque abbracciare tutti i generi teatrali amalgamando dimensione musicale, interpretativa e suggestive immagini ma amano anche esplorare e vivere meccanismi e contesti diversi da quelli teatrali, infatti hanno lavorato anche per la tv (fiction come Incantesimo,La squadra, La baronessa di Carini, Ho sposato uno sbirro 2, spot televisivi nazionali ed internazionali), in diversi film per il cinema e con la loro Cammelli hanno realizzato film brevi vincitori e finalisti in importanti festival internazionali.

Sono stati spesso ospiti in trasmissioni nazionali Rai (Cinematografo, Applausi e Sottovoce di Gigi Marzullo), Mediaset, sky e Rds. Con un loro precedente film breve “La moglie sola” (in concorso al David di Donatelo, allo Sciacca Film Fest 2015, Cerano Film-Festival Internazionale Cortometraggi 2016, Iphone Film Festival 2016-Usa e African Smartphone International Film Festival) hanno superato 4.000.000 visualizzazioni su youtube mentre con i loro penultimo film breve “U vattiu”sono finalisti a Los Angeles Film Festival, Second Asia International Youth Shortfilm Festival, Festival Cinemator (Carros) e MedFF 2017.

Ultimamente hanno realizzato un altro progetto audiovisivo (Una signorina con sesamo)con la direzione alla fotografia di Daniele Ciprì, distribuito da PremiereFilm semifinalista al Los Angeles Cine fest, al Salerno International Film Festival e al Festival Cinemator (Carros-Francia), Diversity Feedback Film Festival a Toronto e Targa Argento al MareFestival Premio Troisi di Salina. I due attori sono reduci da due importanti set :Giuseppe Moschella ha interpretato il ruolo di Pippo Calò nella docufiction MAXI prodotta da Rai storia ed Emanuela Mulè ha interpretato nel film ultimo di Marco Bellocchio una sorella di Buscetta. Nuovi progetti teatrali e cinematografici li vedranno presto coinvolti.