Cinema francese: ritorna la rassegna Cinémardi ai Cantieri Culturali

185

Torna la rassegna di film in lingua originale francese Cinémardi nella sala De Seta ai Cantieri Culturali alla Zisa. Si comincia il 22 gennaio con Good Luck Algeria di Farid Bentoumi.

Dodici film, tutti in lingua originale francese, quasi mai usciti in Italia e sicuramente mai arrivati a Palermo e in Sicilia. Torna con queste premesse tutte in esclusiva, il 22 gennaio alle 21, Cinémardi, la rassegna cinematografica organizzata dall’Institut français Palermo, in collaborazione con Assessorato alla Cultura del Comune di Palermo, al cinema De Seta all’interno dei Cantieri Culturali alla Zisa in via Paolo Gili, 4.

Pellicole quasi tutte in prima visione, che contengono tutto il meglio del cinema francese contemporaneo. Ambizioso, ricco di autori e attori, così appare il cinema francese alla luce dei film proposti da questa ottava edizione di Cinémardi, che si colloca – ancora di più delle precedenti – sotto il segno della scoperta e della diversità.

Si comincia martedì 22 gennaio con Good Luck Algeria di Farid Bentoumi, pellicola del 2016 con Sami Bouajila, Franck Gastambide e Chiara Mastroianni.

Sam e Stéphane sono amici d’infanzia e hanno trasformato la passione per lo sci di fondo in una piccola impresa. Sull’orlo della bancarotta, Sam ha un’idea folle per salvare l’attività e battere la concorrenza : partecipare alle Olimpiadi invernali gareggiando sotto la bandiera dell’Algeria, paese natale del padre. Un’avventura che lo porterà a riscoprire le proprie radici, in compagnia della sua famiglia e della comprensiva moglie.

Dal talento emergente di Farid Bentoumi, una divertente, toccante opera prima (coprodotta dai fratelli Dardenne) tratta dalla vera storia del fratello Noureddine. Partendo da un percorso sorprendente, Farid Bentoumi, cresciuto con le commedie sociali inglesi, mette in primo piano l’impegno personale e solidale, e indaga con leggerezza nella ricchezza e nelle difficoltà, talvolta assurde, della binazionalità e delle relazioni sempre complesse tra Francia e Algeria. Dalle montagne della Savoia agli uliveti di Algeri, Good Luck Algeria mostra il volto umano e positivo dell’immigrazione, d’attualità in questi tempi difficili.

La proiezione del film rimanda alla mostra sull’immigrazione italiana in Francia, CIAO ITALIA! UN SECOLO D’IMMIGRAZIONE E DI CULTURA ITALIANE IN FRANCIA (1860-1960), che propone l’Institut français Palermo dal 18 gennaio all’8 febbraio.

Nelle settimane a seguire saranno proiettate le altre pellicole. Il 29 gennaio c’è Comme des garçons di Julien Hallard, il 5 febbraio Derniers jours à Shibati di Hendrick Dussolier, il 12 febbraio Grave di Julia Ducournau, il 19 febbraio Kiss & Cry di Chloé Mahieu e Lila Pinell, il 26 febbraio Vent du Nord di Walid Mattar, il 5 marzo Mes Provinciales di Jean-Paul Civeyrac, il 12 marzo La Belle et la Belle di Hélène Fillières, il 19 marzo Braguino di Clément Cogitore, il 26 marzo Pour le réconfort di Vincent Macaigne, il 2 aprile Dans la brume di Daniel Roby e Prendre le large di Gaël Morel il 16 aprile.

Tutti i film sono in lingua originale con i sottotitoli in italiano. L’ingresso è libero.

Per ulteriori informazioni si può telefonare allo 091 212389 o mandare una mail a palermo@institutfrancais.it  www.institutfrancais.it/palermo