CLASSICA PALERMO Giovane piano rumeno per Palermo Classica. Domenica Mihai Ritivoiu suona Beethoven

361

PALERMO CLASSICA: 12 pianisti per 32 sonate l’Integrale per pianoforte di Beethoven 
Domenica 5 marzo: il rumeno Mihai Ritivoiu

Cambio in corsa per Palermo Classica: non sarà infatti la pianista tedesca Jamina Gerl ad esibirsi per il prossimo concerto – domenica 5 marzo alle 19 nell’ex chiesa di San Mattia ai Crociferi (via Torremuzza) a Palermo – ma il rumeno Mihai Ritivoiu. La musicista tedesca si è ammalata, ed è stata sostituita dal giovane collega, che eseguirà il suo stesso programma, ovvero la “Sonata n.6, Op.10 n.2”; la “Sonata n.12, Op.26” e la “Sonata n.16, Op.31 n.1” di Beethoven.

Il concerto fa parte del ciclo dedicato all’Integrale delle 32 sonate per pianoforte di Beethoven, eseguite da dodici pianisti in altrettanti appuntamenti. 

Sabato (4 marzo) alle 19,30 incontro aperto al centro CHA (via Velasquez): Mihai Ritivoiu parlerà con il pubblico, racconterà i suoi studi, la ricerca e siederà al pianoforte per proporre qualche brano a sua scelta.

MIHAI RITIVOIU
Mihai Ritivoiu nasce a Bucarest e a soli sei anni inizia a prendere lezioni di pianoforte. Nel 2012 si diploma con il massimo dei voti, alla National University of Music con Viniciu Moroianu. Attualmente studia alla Guildhall School of Music & drama a Londra con Joan Havill e ha già partecipato a diverse masterclass con Dimitri Bashkirov, Dominique Merlet, Richard Goode e Emmanuel Ax. Mihai ha vinto, nel 2010, il Dinu Lipatti National Competition a Bucarest e, nel 2011, ha partecipato al George Enescu International Piano Competition. Dopo questi traguardi viene invitato a registrare il II Piano Concerto di Rachmaninoff per la Romanian Broadcasting Corporation con la Romanian Radio Orchestra diretta da Gheorge Costin. Da allora suona come solista e da camera in Romania, Inghilterra, Francia, Portogallo, Svizzera e Italia. Recentemente Mihai ha ricevuto la Medaglia d’Oro dalla Beethoven Piano Society of Europe Intercollegiate Competition, e i suoi futuri impegni includono recital alla St. Matin-in-the-Fields e alla Steinway Hall, oltre ai concerti con orchestra con la Bucarest Philharmonic Orchestra e la Lausanne Chamber Orchestra.

PROSSIMO CONCERTO
Il programma di Palermo Classica continuerà domenica 12 marzo, con la pianista russa (ma anche studiosa di fisica e cosmologia) Olga Stezhko. L’appuntamento aperto al CHA sarà il sabato precedente (11 marzo) alle 19,30. 

I biglietti (da 11,50 euro; abbonamenti da 35 euro) sono acquistabili presso l’Accademia Palermo Classica in via Mariano Stabile 273; online sul circuito Box Office Sicilia; la sera stessa del concerto alla Chiesa di San Mattia dei Crociferi. Info: www.palermoclassica.it.