Escursionismo: il WWF alla scoperta della RNO di Pizzo Cane, Pizzo Trigna e Grotta Mazzamuto

Condividi su:

Il WWF Sicilia Nord Occidentale organizza una escursione intersezionale per escursionisti esperti con il WWF Sicilia Orientale. SABATO 22 APRILE con partenza alle ore 8.15 da Via Ernesto Basile (fermata Metro Orleans).

Inoltre Domenica 30 si farà trekking a Levanzo.

Per i non Soci la quota di partecipazione comprensiva di assicurazione per tutte le escursioni è di 5 euro.

Info dettagliate su http://www.wwfsicilianordoccidentale.it 

“Quando parlando col WWF Sicilia Nord Orientale mi hanno chiesto un escursione all’interno della Riserva naturale orientata Pizzo Cane, Pizzo Trigna e Grotta Mazzamuto mi sono chiesto come potere assemblare un percorso dove ricadessero le parti più rappresentative, sia storiche che naturalistiche, della riserva. La risposta è chiaramente parziale e non vuole essere esaustiva di una complessità del territorio che non può essere affrontata in un solo giorno” (Lillo Schiavo).

La Riserva naturale orientata Pizzo Cane, Pizzo Trigna e Grotta Mazzamuto è una riserva naturale regionale della Sicilia, istituita nel 2000, ricadente nei territori di Altavilla Milicia, Trabia, Ventimiglia di Sicilia, Caccamo, Baucina, Casteldaccia ricadente nella provincia di Palermo.

La parte che prenderemo in considerazione parte dalla contrada Spinasanta, da lì saliremo per un boscoso canyon preservato da alte e strette pareti dove un fitto ambiente relitto di querce e roverelle e piccole cascate a carattere torrentizio si alternano a laghetti di acqua stagnante .

Un percorso obbligato un tempo per raggiugere il pianoro riparato della Mandra Piana di Ferro. (573 mt. s,l.m.) I toponimi siciliani mandra, mandracchiu, mandrazzi, eccetera indicano i recinti usati dai pastori per radunare greggi e mandrie e, per esteso, i pascoli montani utilizzati per l’alpeggio, Il termine sopravvive immutato dal latino mandra e mandraculum col significato di luogo di raccolta.
Noi prima di arrivarci, devieremo verso est dirigendoci sotto cozzo Ricottelli dove un comodo sentiero ci porterà alla suddetta valle accompagnandoci con una vista meravigliosa che spazia dal lago Rosamarina sino alle isole Eolie.

Arrivati a Mandra Piana di Ferro visiteremo delle rovine dove ancora si intravedono delle volte a sesto acuto. Qui faremo la pausa pranzo.

Poco dopo inizierà la seconda parte della nostra escursione verso l’eremo di s Felice.

Poco prima visiteremo una nascosta e fascinosa grotta dalla volta ampia e visibilmente fragile. Di lì a poco giungeremo all’eremo di S. Felice dove visiteremo dall’esterno la struttura ancora ben tenuta costruita tra il 1290 e il 1310 dall’eremita laico Frà Guglielmo Gnoffi e dalla sua piccola confraternita di eremiti.

Inizierà la discesa verso il punto di ritorno all’altezza del Ponte Saraceno sulla S.P 18 (che purtroppo non mantiene, per bellezza, la promessa dell’esotico nome).

http://www.wwfsicilianordoccidentale.it

Permalink link a questo articolo: http://www.palermoweb.com/palermoweb/index.php/escursionismo-wwf-alla-scoperta-della-rno-pizzo-cane-pizzo-trigna-grotta-mazzamuto

Lascia un commento

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com