Ferrandelli si propone come Sindaco dei palermitani, e i palermitani rispondono #oraciprovoio

274

fferrandelli3

di Rosalinda Camarda 

Con lo slogan “Ora ci provo io” Fabrizio Ferrandelli, 36enne, dimissionario dall’Assemblea Regionale Siciliana, qualche giorno fa, a un anno esatto dalla sua uscita dall’organigramma di Palazzo dei Normanni e dalla fondazione del movimento regionale “I CORAGGIOSI”, dalla sala delle lapidi di Palazzo Pretorio, ha lanciato la sfida alla ormai asfittica politica locale.

Avranno i palermitani il “coraggio” di accogliere questa sfida, partecipando in prima persona al governo della citta’. Saranno maturi per questa nuova proposta basata sul senso di responsabilità individuale, anche rispetto alle proprie scelte personali, e di intraprendere questo modo di fare politica che propone di “rimboccarsi le maniche”, sovvertendo il vecchio modo di pensare del voto come delega ed, in fondo, disimpegno?

Ma, quesito ancora piu’ fondamentale: questa iniziativa contiene davvero in se’ la volonta’ di fare politica dal basso e di spostare il baricentro del potere dai vertici alla base, garantendone la reale partecipazione, o si tratta invece di un modo per coagulare consensi dei troppi cittadini esasperati, delusi, ignorati dalle amministrazioni, recenti e non ?

Gli umori colti dalla piazza ci hanno fatto percepire cittadini disorientati, diffidenti e spaventati ma anche desiderosi di poter dare il loro contributo e di cambiare questa nostra Palermo, da troppo tempo oramai, non piu’ “felicissima”,

Apparentemente bene accolta, la sfida è ormai “social”. Da giorni i maggiori canali di social network sono invasi da migliaia di cittadini che hanno aderito alla campagna lanciata da Fabrizio Ferrandelli e dal suo staff.

Basta farsi una foto con il cartello #oraciprovoio per entrare a far parte della svolta di Ferrandelli. Uniti solo dalla voglia di cambiare la città con idee di sviluppo innovative e senza alcuna appartenenza ideologica e/o partitica.
Impiegati, studenti, operai, dirigenti, manager… insomma solo ed esclusivamente cittadini, singoli o in gruppo.

Palermo web si ripropone di sentire dalla viva voce del candidato in corsa alla carica di primo cittadino, il suo programma ed i suoi propositi con una prossima intervista.