“L’ascensore sociale” inaugura la nuova stagione culturale dell’associazione “Piazzetta Bagnasco”

196
Salvo Nasca

Se ci si riflette ci si può anche arrivare, ma se ci dovessero chiedere a caldo quale, secondo noi, è il maggiore mezzo di trasporto in Italia, con oltre 45 milioni di passeggeri, non sarebbe così facile rispondere immediatamente.

Per scoprirlo ecco “L’ascensore sociale”, il primo degli incontri che, dalle 19 alle 20 di giovedì 16 luglio, inaugurerà la seconda stagione degli incontri in piazzetta Bagnasco.
Ospiti dell’omonima associazione – nell’ambito del percorso culturale promosso con Cappadonia Gelati, sponsor degli eventi – saranno Salvo Nasca, amministratore delegato di EMATIC SRL, e Nino Galante, libero docente di Marketing e Sviluppo Economico, che interagiranno con il pubblico presente, sollecitati da Donato Didonna, presidente dall’associazione “Piazzetta Bagnasco”.
Sarà un pomeriggio, che si annuncia già pieno di curiosità a cui cercare di rispondere, durante il quale entrambi racconteranno la propria esperienza di imprenditori sicuramente “visionari”, desiderosi di rivolgersi ai giovani per trasmettere loro fiducia e guidarli lungo la strada del fare impresa mettendoci anche passione. Come quella che trasmette Nasca ai suoi dipendenti, che in lui hanno sempre avuto un punto di riferimento.

Nino Galante

«Torniamo a dare la parola a quanti hanno lo sguardo lungo – afferma Donato Didonna – con una visione veramente ampia rispetto a certi temi. Il mondo degli ascensori nello specifico, per esempio, appartiene a una cultura tutta italiana che, grazie a imprenditori come loro, ha consentito anche di formare alcune figure come quelle degli ascensoristi. Il fatto che ogni giorno questo mezzo di trasporto garantisca la sicurezza di cosi tanti passeggeri, portando l’Italia al secondo posto nel mondo per numero di ascensori, la dice lunga su che tipo di realtà muove. L’idea che sottende a questi incontri è sempre quella del volere appellarsi al senso di responsabilità da parte di imprenditori, professionisti e docenti per dare un contributo alla circolazione di idee che possano migliorare il nostro vivere quotidiano. Lo pensavano prima del coronavirus, lo confermiamo ancora di più usciti dalla pandemia, con una crisi incombente così importante».
L’evento si svolgerà nel rispetto delle norme del DPCM 15/06/20 in materia di misure anticovid. La partecipazione è, come sempre, libera e gratuita.