Libero Cinema in Libera Terra fa tappa in provincia di Caserta, nelle terre di Don Peppe Diana

89

Libero Cinema in Libera Terra, il festival di cinema itinerante contro le mafie, promosso da Cinemovel Foundation e Libera Contro le Mafie, torna in Campania.

Alle 21.15 di oggi, lunedì 22 Luglio, sarà  a Pignataro Maggiore, in provincia di Caserta, al fianco del “Festival dell’Impegno Civile” e del Comitato “Don Peppe Diana“, segnando una tappa importante per la carovana che ogni estate gira la penisola a bordo di un furgone attrezzato con le tecnologie digitali. Un viaggio con e tra le realtà del territorio – associazioni, presidii, cooperative, istituzioni – in uno scambio sinergico volto a coinvolgere il maggior numero di cosmocivici, nuovi cittadini del mondo globalizzato convinti che la democrazia si sperimenti nel pubblico confronto, nel bilanciamento delicato fra libertà e regole comuni.

In visione libera e gratuita, nella  sede della Cooperativa “Apeiron”, in Largo Monte Olivero, questa sera ci sarà il film “Sono tornato” di L. Miniero (Italia 2018, 100 min.)  

IL FILM

28 aprile 2017. Nel bel mezzo di Piazza Vittorio, cuore multietnico della Capitale, si materializza il duce in persona, risorto proprio nel giorno della sua morte. Dopo un breve smarrimento iniziale (“Sono a Roma o ad Addis Abeba?”) Mussolini decide di riprendere in mano le redini del Paese, e invece di venire rinchiuso in un ospedale psichiatrico, accanto al matto che si crede Napoleone, viene “scoperto” da un aspirante documentarista, Andrea Canaletti, che lo crede un attore perfettamente in parte. Andrea presenta il duce ai dirigenti del canale televisivo con cui collabora da eterno precario, i quali creano un programma ad personam: un nuovo balcone dal quale Mussolini potrà affacciarsi per parlare alle masse.

LIBERO CINEMA IN LIBERA TERRA ANCORA IN CAMPANIA

Sempre in Campania, ma a Maiano di Sessa Aurunca (CE), la carovana di cinema itinerante sarà martedì 24 Luglio. In programma, negli spazi della Cooperativa “Al di là dei sogni”, Strada Provinciale 124, la proiezione del film “L’Ordine delle Cose” di A. Segre (Italia, Francia, Tunisia 2017, 112 min.) Un’altra serata di cinema e incontro, dalla quale nascerà come sempre un dibattito aperto, libero e costruttivo.

Il FILM

Un interrogativo universale: tentare di cambiare gli squilibri inaccettabili della società o salvaguardare egoisticamente i propri privilegi? Corrado è un alto funzionario del Ministero degli Interni con una specializzazione in missioni internazionali legate al tema dell’immigrazione irregolare. Scelto per un compito non facile: trovare in Libia degli accordi che portino progressivamente a una diminuzione sostanziale degli sbarchi sulle coste italiane. Le trattative non sono facili perché i contrasti all’interno della realtà libica post Gheddafi sono molto forti e le forze in campo avverse con cui trattare molteplici. Andrea Segre prosegue il suo viaggio attraverso le condizioni esistenziali di chi migra e di chi si trova a confrontarsi con il fenomeno.

Partner Istituzionale del Festival: Fondazione Unipolis. Main Partner: BNL Gruppo BNP Paribas. Solidal Partner: Coop Alleanza 3.0.