Mafia dei Nebrodi: SoS Impresa- Rete per la legalità, operazione che rafforza l’impegno di Giuseppe Antoci

107

Sos Impresa – Rete per la legalità plaude con forza la straordinaria e illuminante operazione della Procura antimafia di Messina che ha svelato il complesso e profondo intreccio di interessi mafiosi e corruttivi, già contrastati dall’ex presidente del Parco dei Nebrodi, Giuseppe  Antoci.

“La magistratura inquirente diretta dal dottore Maurizio De Lucia, gli uomini dei Ross e tutti gli uomini delle forze dell’Ordine impegnati in questa operazione – afferma Luigi Cuomo, presidente nazionale di SOS IMPRESA –  meritano il riconoscimento e il sostegno di tutti i siciliani nonché dell’intero Paese. Operazioni come queste incoraggiano le persone oneste e liberano territori bellissimi dal controllo mafioso e del malaffare”.

“E’ con immensa gratitudine che rivolgo il mio personale grazie alla magistratura, che ha anche confermato quanto siano state giuste le intuizioni dell’ex presidente Antoci – aggiunge Giuseppe Scandurra,  vicepresidente nazionale di SOS IMPRESA – e quanto lo stesso Antoci sia stato effettivamente esposto alla violenza criminale mafiosa, che ha tentato in tutti i modi di difendere il  proprio sistema di interessi illeciti e parassitari nel Parco dei Nebrodi”.

A unirsi al plauso per l’operazione conclusa è il Coordinamento siciliano della Rete per la Legalità che – come afferma il coordinatore regionale, Giuseppe Foti  – si costituirà parte civile nel procedimento, ribadendo la propria vicinanza a tutti coloro i quali si battono per l’affermazione della legalità.