Mostra a Palazzo Comitini: pianoforti antichi, abiti d’epoca e concerti dal 16 febbraio a Palermo

829

Dal mese di febbraio fino a tutto aprile 2020, sotto l’egida dell’Associazione Culturale “Polifonie d’Arte” (sez. territoriale di Palermo), sarà possibile visitare, nel piano nobile di Palazzo Comitini (Palermo), la mostra di pianoforti storici della Collezione Amato/Parisi con il contributo espositivo di “Ugo Casiglia. Antichi strumenti da tasto”.

In mostra numerosi pianoforti antichi (XVIII-XIX sec.), anche di fattura palermitana, assieme ad editoria e sgabelli d’epoca, ma anche abiti originali dell’ ‘800, questi ultimi messi gentilmente a disposizione dalla “Collezione Gabriele Arezzo di Trifiletti. Tre secoli di moda”.

Fitto il calendario di concerti, tutti eseguiti su pianoforti originali d’epoca, che scandirà l’Esposizione: una decina gli appuntamenti, dal 16 febbraio al 26 aprile, con l’esecuzione di musiche, tra gli altri, di Bach, D. Scarlatti, Beethoven, Chopin, Alkan, Wahnal, Schubert, Schumann, Fanny e Felix Mendelssohn, Clara Wieck, Kreutzer, Marianne von Martinez, Soler, Montero, Pérez de Albéniz, Kalliwoda, I. Mueller, ma anche Vivaldi, Platti e B. Marcello, in occasione della presentazione di un clavicembalo italiano anonimo del XVIII sec. dell’Atelier Ugo Casiglia.

Interpreti alcuni tra i più rinomati musicisti nel panorama internazionale odierno, ma anche promettenti giovani: Costantino Mastroprimiano (fortepiano); Norberto Broggini (clavicembalo e fortepiano) con Maurizio Parisi (flauto dolce); Mario Sollazzo (fortepiano) e Alessandro Andriani (violoncello); Maria Tea Lusso e Michele Bolla (fortepiano); Christa Bützberger (fortepiano), Sara Gianfriddo (violino), Héloïse Piolat (violoncello); Tullia Melandri (fortepiano); Patricia García Gil (fortepiano); Paola Erdas (clavicembalo); Maurizio Parisi (fortepiano), Angelo Litrico (clarinetto storico) e Chiemi Wada (voce); Laila Di Michele, Alessia Misiti e Simone Berghella (fortepiano), Laura Toro (voce).

Letture poetiche di Gino Pantaleone.

I singoli concerti saranno, di volta in volta, introdotti da storici, esperti di letteratura pianistica ed organologia: Eugenio Amato (Università di Nantes e Institut Universitaire de France), Ugo Casiglia (“Antichi Strumenti da tasto”, Cinisi), Tella Bonaccorsi (Conservatorio “A. Scarlatti” di Palermo), Marzia Manno (Conservatorio “A. Scarlatti” di Palermo), Daniele Ficola (Conservatorio “A. Scarlatti” di Palermo), Carlo Fiore (Conservatorio “A. Scarlatti” di Palermo), Sergio Mascarà (Conservatorio “G.B. Pergolesi” di Fermo).

Durante tutto il periodo dell’Esposizione sono previste attività culturali ed artistiche a latere: seminari, presentazione di volumi, visite guidate per le scuole, ecc.

Orario visite: dal lunedì al venerdì, ore 10-14 e 15-18

Ingresso gratuito

Inaugurazione della mostra, domenica 16 febbraio alle ore 17, alla presenza del Sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, del consigliere comunale Giulio Cusumano e della dirigente di Palazzo Comitini, Marianna Mirto.

Concerto inaugurale di Costantino Mastroprimiano (Conservatorio “F. Morlacchi” di Perugia): musiche di Beethoven, Chopin, Alkan. Introduce Carlo Fiore (Conservatorio “A. Scarlatti” di Palermo).