Si presenta alla Biblioteca Centrale di Palermo “Stupor Mundi”, graphic novel di Emanuele Alotta

233

Sarà presentato alle 17 di mercoledì 18 settembre nei locali della Biblioteca Centrale di Via Vittorio Emanuele, il fumetto Graphic Novel “Stupor mundi” di Emanuele Alotta (Edizioni Pitti).

Si conclude, così, l’omonimo tour book, iniziato a Monreale e proseguito alla Comic Convention di Palermo, che ora sfocerà nell’utilizzo dell’opera come compendio dei libri di testo, negli istituti scolastici di primo e secondo grado.

Stupor Mundi” può, così, collocarsi tra le metodologie di insegnamento – in questo caso del periodo storico che illustra – di più rapido e facile apprendimento. Nell’atrio della Biblioteca, poi, dal 18 al 27 Settembre, saranno esposte le tavole dell’ambizioso progetto che, sin dalla sua presentazione nell’ aula consiliare del complesso museale Guglielmo II a Monreale, ha voluto porre l’attenzione, attraverso l’illustrazione della storia delle Cattedrali di Monreale, Palermo e Cefalù, sul periodo storico, il tardo Medio Evo, che vide la contrapposizione tra il potere della Chiesa e il potere temporale.

Parteciperanno all’evento: il direttore della Biblioteca, Carlo PastenaAdham Darawsha, assessore alla Cultura del Comune di Palermo; Carlo Davì, assessore alla Cultura del Comune di Monreale; Giovanna Analdi, presidente dell’associazione “Cassaro Alto”; Patrizia Monterosso, direttore generale della Fondazione Federico IITommaso Calamia, del Team Turismo Progetto Policoro. Modererà l’incontro la giornalista Teresa Di Fresco.

Hanno dato il patrocinio all’intera manifestazione: Proloco del Comune di Monreale, assessorato alla Cultura del Comune di Monreale, associazione “Cavalieri Regius”. Sono, inoltre, copatrocinatori dell’opera: Arcivescovado di Palermo, associazione “Cassaro Alto”, Santuario “S.Maria la Reale Agostiniani”, Book shop ufficiale dell’ Arcidiocesi di Monreale, Enoteca storica “Arco Antico” di corso Calatafimi.

A rendere più suggestiva la presentazione saranno alcuni figuranti in abiti d’epoca dell’associazione “Gruppo Medievale Regius“.