“Siamo figli delle stelle?”. In piazzetta Bagnasco, un bambino di 11 anni e un astrofisico si confrontano sui quesiti della scienza

196

Scagli una pietra chi non è affascinato dalla fisica e dai misteri della gravità. Senza parlare dei buchi neri, studiati dagli ultimi 100 anni dai fisici. Misteri per coloro che non ne hanno fatto una scelta di vita, certezze per quanti hanno scelto questa strada per dare il proprio contributo anche alla scoperta di nuove galassie, consapevoli del ruolo che abbiamo oggi sul nostro Pianeta.

Giuseppe Venezia e Rosario Iaria

Quando, però, a parlare con cognizione di causa di tutto questo è un bambino, si può anche rimanere  a bocca aperta. Giuseppe Venezia ha 11 anni, frequenta  la prima media all’ Istituto Comprensivo Statale “Giuseppe Verdi” di Palermo e, alle 19 di giovedì 10 ottobre, sarà a piazzetta Bagnasco, protagonista di un confronto aperto, dal titolo “Siamo figli delle stelle?” con Rosario Iaria, professore di Fisica delle Alte Energie e Laboratori al Dipartimento di Fisica e Chimica dell’Università di Palermo.

Sarà interessante e istruttivo sentirli dialogare, dando modo allo stesso Giuseppe di risolvere dubbi e quesiti, certo che  il suo sarà un futuro  “stellare”.

Insieme a loro ci sarà Donato Didonna, presidente dell’’associazione “Piazzetta Bagnasco” che promuove l’evento, con Cappadonia Gelati quale sponsor unico.

Ingresso, come sempre, libero e gratuito.