Teatro Biondo: da domani incontri dedicati a cultura e crescita giovanile

719

“Educare oggi al pensiero creativo, fra Umanesimo e Scienza – scriviamo il futuro”: torna a Palermo al Teatro Biondo il ciclo di incontri dedicato alla cultura e alla crescita dei giovani. La settima edizione si aprirà giovedì con Marc Augè, etnologo ed antropologo francese, autore del ‘non luogo’ e un  omaggio al filosofo Zygmunt Bauman, recentemente scomparso. 

Ritorna, per il settimo anno consecutivo, il percorso formativo ‘Educare oggi’, ideato e proposto dall’associazione ‘Genitori e figli: istruzioni per l’uso’ in collaborazione con il CIDI Palermo. 

Il calendario di questa stagione avrebbe dovuto aprirsi con l’incontro con il filosofo polacco Zygmunt Bauman, che però i primi di dicembre, a causa di un malore, si era visto costretto a rinunciare alla sua visita palermitana: Bauman è deceduto lunedì scorso, lasciando un vuoto incolmabile nel mondo della cultura mondiale. 

Quale formazione dovrebbero avere i nostri giovani per affrontare le sfide future? E’ in grado la società attuale di orientarli offrendo modelli di riferimento efficaci? A queste domande fondamentali, proverà a rispondere questo ciclo di incontri che desidera concorrere alla formazione di un pensiero creativo e divergente, capace di leggere la realtà ma anche di reinventarla per un futuro migliore. 

Educare oggi è un percorso formativo che si rivolge a docenti, genitori, pedagogisti e più in generale, ad ogni persona che abbia a che fare con il compito educativo. L’iniziativa parte dalla consapevolezza che la crisi che la nostra società sta attraversando, in quanto crisi culturale prima ancora che economica, richieda una rielaborazione del sistema educativo nel suo insieme, inteso come parte integrante del processo culturale. 

Scuola, educazione e famiglia, in quanto luoghi cui è prioritariamente demandata la responsabilità della crescita e della formazione della persona, sono dunque le realtà cui il percorso principalmente si rivolge.
Il comitato scientifico del ‘master’ è composto da figure importantissime nel campo del pensiero e cioè la psicologa Silvia Vegetti Finzi, lo psicoanalista Massimo Recalcati e si avvale della consulenza del Priore di Bose Enzo Bianchi. 

Il programma, visto il successo delle scorse edizioni, si infittisce e propone tre incontri, tre seminari e, quest’anno, la novità del ‘progetto UNDER 20’ rivolto anche ai giovanissimi, per un totale di nove appuntamenti che si terranno al Teatro Biondo di Palermo, partner dell’iniziativa a tutti gli effetti, e presso l’aula magna della facoltà di ingegneria (progetto Under 20) e di giurisprudenza (i seminari) dell’Università di Palermo.

Si parte giovedì 12 gennaio, alle 18.00 al Teatro Biondo con l’eccezionale presenza a Palermo di Marc Augè, etnologo ed antropologo francese, autore del ‘non luogo’, con una lectio magistrali dal titolo ‘Il tempo senza età: che fine ha fatto il futuro?’.

Si continuerà poi con i seminari di Rosanna Schiralli, Ulisse Mariani e Francesca Mencaroni che parleranno del metodo dell’educazione emotiva in famiglia e a scuola; tornerà anche Massimo Recalcati, psicoanalista e saggista molto acclamato nelle edizioni precedenti, il sociologo Domenico De Masi insieme al costituzionalista Gustavo Zagrebelskyed infine Sandro Formica, professore alla Florida University che si occupa di leadership e produttività. 

Il percorso formativo, promosso dall’associazione ‘Genitori & figli: istruzioni per l’uso'(www.associazionegenitoriefigli.it), si avvale del patrocinio del Ministero della Pubblica Istruzione, dell’Università di Palermo e della certificazione ufficiale del CIDI, il Centro Iniziativa Democratica Insegnanti, come soggetto qualificato dal MIUR.

Quest’anno all’iniziativa si aggiunge anche il patrocinio gratuito del Comune di Palermo.