Torna a Palermo la nave Aquarius: SOS MEDITERRANEE ITALIA compie un anno

816

Un anno di attività di SOS MEDITERRANEE ITALIA e della nave Aquarius, che ha all’attivo 12.000 vite salvate nel Mediterraneo. A Palermo, dal 15 al 19 febbraio, per la doppia ricorrenza un programma denso di appuntamenti. 

Doppia ricorrenza per SOS MEDITERRANEE: negli stessi giorni si celebrano a Palermo il primo anno di attività della Associazione italiana e il ritorno a Palermo della nave Aquarius a un anno dall’avvio della sua missione nel Mediterraneo che ha tratto in salvo fino ad ora 12.000 persone. In programma cinque giorni di iniziative dal 15 al 19 febbraio. Per SOS MEDITERRANEE anche uno speciale riconoscimento dell’Amministrazione Comunale di Palermo e un ospite d’eccezione, lo scrittore francese Daniel Pennac, testimonial di SOS MEDITERRANEE Francia.

A un anno dall’avvio della sua missione di salvataggio nel Mar Mediterraneo, torna a Palermo la Nave Aquarius di SOS MEDITERRANEE, organizzazione umanitaria italo-franco-tedesca che opera in collaborazione con MSF (Medici Senza Frontiere). Dal porto di Palermo la nave Aquarius è salpata per la prima volta nel febbraio del 2016, in coincidenza con la fondazione di SOS MEDITERRANEE ITALIA: si tratta dunque di un ritorno a casa, per fare il punto sulle attività di ricerca e soccorso realizzate e festeggiare il primo anno dell’Associazione italiana.

Ospite d’eccezione delle iniziative, in programma prima e durante la permanenza della nave Aquarius a Palermo, sarà lo scrittore francese Daniel Pennac, testimonial di SOS MEDITERRANEE Francia.

Per l’occasione saranno presenti in città i Presidenti delle tre associazioni SOS MEDITERRANEE europee, Klaus Vogel, Francis Vallat e Valeria Calandra, che il 17 febbraio presenteranno alla stampa, a bordo della nave Aquarius, il bilancio di un anno di operazioni nel Mediterraneo. Torna a bordo anche il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, che ha sostenuto sin dall’inizio la missione di SOS MEDITERRANEE e della nave Aquarius e conferirà a nome della Amministrazione comunale uno speciale riconoscimento ai Presidenti ed ai team di bordo e di terra.

Il programma delle iniziative

Dal 15 al 19 febbraio diversi appuntamenti dedicati al primo anno di attività dell’organizzazione italiana inaugureranno anche la collaborazione tra SOS MEDITERRANEE ITALIA e la Soprintendenza del Mare – Assessorato dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana. È nella cornice dell’Arsenale della Marina Regia che si svolgeranno infatti mostre, video installazioni, proiezioni ed omaggi musicali, per raccontare con parole e immagini la vita a bordo della Aquarius e sensibilizzare sul dramma di chi rischia la vita in mare per sfuggire a guerre, fame persecuzioni. Cinque giorni ricchi di appuntamenti, durante i quali sarà possibile ripercorrere idealmente il cammino effettuato da SOS MEDITERRANEE nell’ultimo anno: la nascita dell’Associazione italiana, la partenza della nave Aquarius da Palermo per la zona SAR (Search and Rescue), le oltre 12.000 persone salvate ed accolte a bordo con oltre 60 missioni di soccorso; le tragedie nel Mediterraneo, ma anche i momenti più felici, come la nascita a bordo di Destiné Alex, Newman Otas e Favour, i tre bambini venuti alla luce sulla nave a poche ore dai salvataggi delle loro madri.

Il programma completo verrà illustrato il 15 febbraio in conferenza stampa dal Soprintendente del Mare Sebastiano Tusa, dalla Responsabile dell’Arsenale Alessandra De Caro e dalla Presidente di SOS MEDITERRANEE ITALIA Valeria Calandra.

La manifestazione prenderà il via con l’inaugurazione della mostra “Aquarius”, a cura di Amelia Giordano e Stefano Ferri di SOS MEDITERRANEE ITALIA: gli scatti e i video di Marco Panzetti e Andrea Kunkl, unici italiani ad aver operato sulla nave come fotografi di bordo, porteranno il pubblico a bordo della Aquarius durante le operazioni di salvataggio dei migranti in mare. Negli stessi giorni, le porte dell’Arsenale della Marina Regia si apriranno per un Tour a cura della Soprintendenza del Mare. Sarà possibile anche visitare il Museo storico della subacquea, a cura dell’Associazione “Amici della Soprintendenza” ed approfondire la Storia dell’Arsenale a cura dell’Associazione “Pro Arsenale”. Sabato 18 alle 17.00, SOS Mediterranee Italia e la Soprintendenza del Mare incontreranno insieme la città di Palermo con l’apertura straordinaria dell’Arsenale della Marina Regia, per la proiezione del film- documentario “I Migranti non sanno nuotare” del giornalista francese Jean Paul Mari, racconto delle tre settimane trascorse dall’autore a bordo della nave Aquarius; il film verrà presentato dal curatore della edizione italiana, Ferruccio Frigerio di SOS MEDITERRANEE ITALIA; a seguire, un omaggio musicale degli “Alma Duo” con la cantante Glenda Scolaro e un brindisi augurale per il nuovo anno di attività di SOS MEDITERRANEE Italia.

Domenica 19 febbraio la nave Aquarius lascerà infine il Porto di Palermo per tornare in zona di salvataggio.