Le bellezze di Palermo

Accueil » événements » Un caffè con il ministro Boschi per parlare di Pari Opportunità e di giovani

Un caffè con il ministro Boschi per parlare di Pari Opportunità e di giovani

partager sur:
  • 8
    Actions

intitulé “Un caffè con Maria Elenail confronto sulle pari opportunità e l’imprenditorialità giovanile, in programma alle 16.30 di oggi, venerdì 16 febbraio, nella sede dellassociazione “Quarto Tempo, in via Bara all’Olivella n. 67. A dialogare con la Sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega alle Pari Opportunità, Maria Elena Boschi, candidata nella lista PD per la Camera dei Deputati nei Collegi plurinominali della Sicilia occidentale, saràMilena Gentile, presidente dell’associazione “Emily Palermoe candidata alla Camera dei Deputati nel Collegio 1-02 Palermo-Libertà.

Un confronto apertoa partire dalle leggi già approvate dai governi Renzi-Gentiloni sino alle azioni programmatiche che il Partito Democratico intende mettere in atto nella prossima legislaturaal quale prenderanno parte anche con Maria Falcone, Presidente della Fondazione Falcone, Alessandro Valenziano, presidente dell’associazione di promozione culturale e sportiva “Quarto Tempo-Spazio Idee”, e Giovanni Tarantino, presidente di ASUDAssociazione Sindacale Unità Democratica.

«Dopo anni di disattenzione per le difficoltà del Sudafferma Milena Gentile –  i governi Renzi-Gentiloni hanno promosso azioni importanti per i giovani sia con incentivi fiscali alle imprese per nuove assunzioni sia per agevolare l’imprenditoria giovanile con la leggeResto al Sudche consiste nella concessione di 40mila € (di cui il 35% a fondo perduto e la restante parte con mutuo a tasso 0) a giovani fino a 35 anni per dare avvio ad attività imprenditoriali al Sud. Per quanto riguarda le Pari Opportunità, mai nessun governo aveva dato direttive così chiare sulla promozione della rappresentanza politica delle donne. Proprio Emily Palermo, infatti, si è ispirata per la proposta di disegno di legge, chiamataPremialità di genere“, che declina la premialità alle liste che fanno eleggere almeno il 40% di donne in termini di seggi,  decisamente più appetibili per i partiti».

 

SHARE WITH FRIENDS:  
        
          

Laisser un commentaire