HOME USANZE RITI MEDICINA LUOGHI GASTRONOMIA FESTE CURIOSITA' CALENDARIO PROVERBI

PANORMUS - CALENDARIO POPOLARE

 
 

INFO TURISMO
HOTEL PALERMO
SICILY BOOKING
PALERMO BOOKING
AGRITURISMO
B & B
PALERMO TOUR
SCOPRIRE PALERMO
MAPPA TURISTICA
MONUMENTI
MUSEI
ITINERARI
MONDELLO
MONTE PELLEGRINO
LA PROVINCIA
I PARCHI
LE MADONIE
AREE VERDI
SPIAGGE
AGENZIE VIAGGI
SICILY TOUR

 

MARZO

La diceria di questo mese non è accettabile, poiché ritenuto molto pazzo per le sue instabilità meteorologiche, per i superstiziosi è il mese più funesto, la natura si rinnova e le giornate si allungano, il giorno 21 è ufficialmente considerato come quello dell’ingresso della primavera.

6 Marzo

San Luca. patrono di Corleone

8 Marzo

Festa delle donne. Giorno dedicato alle donne, tradizione che viene da lontano. In questo giorno, famoso per le donne in effetti viene festeggiato S.Giovanni di Dio, fondatore del Fatebenefratelli.

9 Marzo

Festa di San Vitale a Castronovo. Castronovo è uno dei pochi paesi della Sicilia che ha adottato come Santo patrono un proprio concittadino. S. Vitale trascorse gran parte della sua vita ad Armento, dove riposano parte delle sue reliquie. Solo nel 1660 Castronovo poté avere un frammento del corpo del suo santo, condividendo così, con la cittadina di Armento, la devozione per il monaco basiliano. La festa religiosa è celebrata il 9 marzo di ogni anno con solenne manifestazione. La stessa è ripetuta nella prima settimana del mese di agosto nell’ambito dell’estate castronovese, per favorire la partecipazione degli emigrati castronovesi, che in quei giorni tornano al paese natio. Durante la processione la statua del Santo viene portata a spalla dai devoti. Per le strade del paese viene fatta inclinare, ora da un lato, ora dall’altro, come se volesse confabulare con i suoi concittadini. La festa nella cultura castronovese è propiziatrice “d’annata bona”. Infatti, durante il rito processionale, la statua di San Vitale viene portata in alcuni punti del paese: via Aldo Moro, via Alicia e nella piazza antistante l’antica Matrice, per benedire la popolazione ed il raccolto. (tratto dal sito del comune di Castronovo di Sicilia)

14 Marzo

S.Giacomo Cusmano. Il sacerdote palermitano Giacomo Cusmano è noto per aver fondato nel 1867 l'associazione del "Boccone del povero". Si era laureato in medicina a 21 anni ed era subito divenuto il "medico dei poveri" del capoluogo siciliano, dove era nato nel 1834. Il giovane dottore nel 1860 venne ordinato prete. Poi fondò il sodalizio caritativo, con l'appoggio del cardinale Naselli, e nel 1887 due congregazioni: le Serve e i Servi dei poveri. Morto nel 1888 è beato dal 1983. (da: Avvenire)

19 Marzo

San Giuseppe. In questo giorno si festeggiava il padre della Provvidenza, molti i comuni palermitani dove è il Patrono, in suo onore e devozione sono allestite le famose “Cene” dove l’abbondanza degli alimenti servirà per i più indigenti.

Le più importanti “tavolate” si bandiscono in molti paesi del palermitano tra cui quelle di Borgetto.

A Palermo oltre alla tavulata, la sera della vigilia è illuminata dalle caratteristiche “Vampe”.

Caratteristici panini votivi sono distribuiti ai poveri dai devoti di San Giuseppe. Festa del BASTONE a Villabate.

21 Marzo

Inizio della primavera. A San Martino, amena località vicino Palermo, è festeggiato il suo arrivo con la liberazione d’animali.

25 Marzo

Festa dell’Annunziata. Anticamente i palermitani si recavano in questa chiesa, oggi in contrada “Zisa”, limitrofa al famoso castello, grande festa dove per l’occasione, riferisce il Pitrè, si mangiavano lattughe, torsi di cavoli e uova sode, chiaramente non doveva mancare il vino, a sera si sparavano i fuochi d’artificio. La cosa più curiosa e fa meditare, è che il popolino andava al castello per contare i famosi “diavoli a Zisa”


Le foto e i testi di questo sito sono protetti da copyright ©2013 Carlo Di Franco e concessi in esclusiva a ©PalermoWeb.com
E' possibile, su richiesta, ottenere delle copie per usi commerciali: contattaci