HOME USANZE RITI MEDICINA LUOGHI GASTRONOMIA FESTE CURIOSITA' CALENDARIO PROVERBI

PANORMUS - CURIOSITA'

 
 

INFO TURISMO
HOTEL PALERMO
SICILY BOOKING
PALERMO BOOKING
AGRITURISMO
B & B
PALERMO TOUR
SCOPRIRE PALERMO
MAPPA TURISTICA
MONUMENTI
MUSEI
ITINERARI
MONDELLO
MONTE PELLEGRINO
LA PROVINCIA
I PARCHI
LE MADONIE
AREE VERDI
SPIAGGE
AGENZIE VIAGGI
SICILY TOUR

 

LA "GRAFICA" POPOLARE

Nella vita quotidiana la rappresentazione grafica che colpisce l’occhio attraverso i suoi colori e allieta la mente anche nelle piccole cose e, non a caso suscita un richiamo inevitabile.

Al mercato o per strada o in determinati negozi, dove la merce che si vende è reclamizzata, da questa forma di richiamo che anticamente era molto più diffusa.


Le antiche taverne, luogo abituale di ritrovo, in alcune si trovava per caso il cartello che indicava “Si fa da mangiare”, un’insegna bianca con tanto di scritta in rosso dove veniva indicato con una manina, un piatto in cui si vedevano degli spaghetti.


"Si fa da mangiare"


"Notte e giorno fichidindie ghiacciati"


"Vino bianco Lire 160 litro"

Nella “friggitoria” luogo deputato per lo smercio di pietanze già preparate e gustate sul posto in base ai prodotti stagionali, dove la fa da padrone è il classico “pane e panelle”, avverte gli avventori che nel periodo in cui la nostra terra ci fornisce le “melanzane” così dolci ed orientali, lì vengono fritte tutte intere nell’olio, tagliate e aperte come un fiore, le “quaglie” che non hanno niente a che dividere con il famigerato pennuto.

Aveva la forma di rombo il grandissimo cartello, appeso al soffitto delle friggitorie, che indicava le melanzane, agli angoli del pannello altri tre piccoli rombi con scritta dentro la cifra del prezzo, composta con un senso grafico istintivo e rigoroso.

Il centro del rombo era liberato circolarmente e, al suo interno vi pendeva mobile un altro cartello rotondo con scritta a grandi dimensioni, il prezzo.

Il vento, quel poco che spirasse, faceva girare il cartello tondo dentro il rombo, illudendo il consumatore.

Nello spostarsi di tutta quella composizione, veniva in evidenza la decorazione tutto attorno, fatta con fregi gialli, verdi e blu.

Nel periodo estivo, per strada s’incontrano i venditori d’Anguria “muluna” e i rivenditori di Fichi d’India, un ampio cartello bianco avverte “notte e giorno fichidindia ghiacciati” con tanto di pale verdi disegnate dove si distinguono i frutti o “muluna ghiacciati e a mierito”, una bella fetta d’anguria raffigurata con colori sgargianti e il suo prezzo avverte che là si possono oltre ad acquistarle intere, il mulunaro li taglia a fette per la degustazione.

Molto semplice è l’insegna del venditore di sale, il cartello indica semplicemente fu fondo bianco e la scritta in rosso, la cifra del prezzo e la quantità di sacchetti che si possono acquistare.

Continua>


Le foto e i testi di questo sito sono protetti da copyright ©2013 Carlo Di Franco e concessi in esclusiva a ©PalermoWeb.com
E' possibile, su richiesta, ottenere delle copie per usi commerciali: contattaci