HOME USANZE RITI MEDICINA LUOGHI GASTRONOMIA FESTE CURIOSITA' CALENDARIO PROVERBI

PANORMUS - RITI RELIGIOSI

 
 

INFO TURISMO
HOTEL PALERMO
SICILY BOOKING
PALERMO BOOKING
AGRITURISMO
B & B
PALERMO TOUR
SCOPRIRE PALERMO
MAPPA TURISTICA
MONUMENTI
MUSEI
ITINERARI
MONDELLO
MONTE PELLEGRINO
LA PROVINCIA
I PARCHI
LE MADONIE
AREE VERDI
SPIAGGE
AGENZIE VIAGGI
SICILY TOUR

 

I RITI DELLA PASSIONE A PARTANNA MONDELLO

Ogni anno durante la settimana Santa si ripete un rito che ormai è diventato un appuntamento a cui è difficile mancare, il Sabato mattina, nella borgata di Partanna Mondello a Palermo, presso la parrocchia di SS. Maria degli Angeli, località limitrofa all’affascinante e lussuosa contrada marinara.


Nel pieno silenzio religioso si svolge la rievocazione delle ultime ore che Gesù visse in questa terra, i sacri testi puntualizzano che gli avvenimenti che conseguirono con la Crocifissione si svolsero il Venerdì.

Per favorire la regolare partecipazione dei tanti devoti impegnati con il lavoro o nelle varie congregazioni che partecipano alle varie funzioni religiose, da anni tale evento si svolge nella giornata di sabato.

La sacra rappresentazione è fatta risalire a circa quaranta anni fa, ma sicuramente ha origini più antiche. Un corteo storico a metà del secolo scorso accompagnava i simulacri del Cristo morto e l’Addolorata, il venerdì Santo.

Alla processione partecipavano tutti i personaggi che facevano rivivere i giorni della Passione e, agli inizi degli anni sessanta, i giovani parrocchiani decisero d’inscenare tale manifestazione, animandola. Da quel giorno si diede inizio alla rappresentazione “vivente”, pur mantenendo i costumi dell’epoca spagnola, cui vengono fatte risalire le prime sacre rappresentazioni della Passione.

Con la presenza di diversi personaggi, il cui numero varia di volta in volta, con costumi d’epoca realizzati dagli stessi membri che formano il comitato promotore al cui interno sono presenti: il regista, lo scenografo, il costumista e gli attori con numerosi figuranti.

Ad interpretare la figura centrale, il Cristo, fin dalla prima rappresentazione ad oggi si sono avvicendate tre sole persone, che si sono intercalate nella parte a scopo devozionale.

Essa si avvale, per il suo sviluppo scenico, di luoghi e vedute naturali all’aperto, il più perfettamente concordanti alle testimonianze evangeliche.

Questo tipo di performance, che ha origini anglosassoni, è un’inversione al periodo iniziale del teatro melodrammatico medioevale (secolo 1200-300), che s’interessava al dramma sacro e si manifestava all’aperto, nei sagrati antistanti le chiese cattoliche.

Le sacre rappresentazioni mostrano, con una serie di "parti" recitate, una sorta di rievocazione storica del Sacro Evento, a partire dal rito dell’ultima cena, la lavanda dei piedi, il trasferimento simbolico al Getsemani, il tradimento di Giuda con la conseguente cattura, il Sinedrio, quindi il Processo, il calvario, l’agonia e la morte di Gesù, fino alla deposizione e Sepoltura, "Le scinnenze", il tutto mimato da personaggi viventi.

In tal senso la personificazione che si svolge a Partanna Mondello , per le sue trasformazioni viene ritenuta da molti artistica e si differenzia da altre rappresentazioni che si svolgono a Palermo ed in Sicilia per due motivi fondamentali: che la recita è vitale, durante il suo svolgimento sia l’azione che i dialoghi e che i testi, tratti dai quattro Vangeli, sono stati arricchiti con l’inserimento di pezzi inediti usati per essere compresi da tutti gli ascoltatori.

Ne risulta una rappresentazione "Popolare", nel senso che quello che propone, per la sua semplicità, arriva nel più profondo dell’animo della gente e fa da richiamo alla vita cattolica.

Continua>>


Le foto e i testi di questo sito sono protetti da copyright ©2013 Carlo Di Franco e concessi in esclusiva a ©PalermoWeb.com
E' possibile, su richiesta, ottenere delle copie per usi commerciali: contattaci