PalermoWeb sta cambiando... resta in contatto su: www.palermoweb.net !

Tutti i comuni della provincia di Palermo ? CLICCA QUI

ROCCAPALUMBA: tradizioni

^^^^
Tour
Dintorni
Tradizioni
Roccapalumba:economia


Foto Oliveri

Festa di San Giuseppe (18-19 marzo)

Caratteristiche sono le "vampate" (falò) che vengono preparate alla vigilia in ogni piazza e angolo del paese dai ragazzi. I falò vengono accesi la sera, al passaggio della processione de "Bammineddu" di San Giuseppe, accompagnato dalle luminarie e dalla banda locale che intona marce militari. Dopo la processione la gente festeggia attorno ai falò con vino, salsiccia e carciofi alla brace. Tradizionali sono le "tavolate" che alcune famiglie allestiscono nelle proprie case per sciogliere un voto. La tavola viene imbandita con gustose pietanze, adornata con il caratteristico pane "lavorato" che simbolicamente rappresenta i personaggi della Sacra Famiglia; non mancano i germogli di grano, le fritture di ortaggi e verdure, le pietanze locali, frutta e i dolci caratteristici. Nel pomeriggio del 19 marzo ha luogo la solenne processione del simulacro di San Giuseppe col Bambino.

La Settimana Santa

La Settimana Santa inizia con la Domenica delle Palme o di Passione. Il Giovedì Santo, nella Chiesa Madre vengono rievocate da dodici confrati del SS. Sacramento l'ultima cena e la lavanda dei piedi. Successivamente vengono "legate" le campane che torneranno a suonare solo la domenica di Pasqua. Alle ore 23.00 circa, dopo le "Sette Prediche", si porta l'Addolorata in processione per alcune strade del paese a simboleggiare la sua ricerca del Figlio.

Il venerdì, alle quattro di mattina, la statua di Gesù flagellato viene posta a terra davanti all'altare maggiore per il bacio dei fedeli (a paci du Signuri). Alle ore 9.00 la statua della Vergine Addolorata, posta sul fercolo, viene portata in processione lungo le vie principali del paese. Nel tardo pomeriggio, intorno alle 18.00, viene rievocata la crocifissione di Gesù sul Monte Calvario, con sentita partecipazione e commozione del popolo. Successivamente, la statua di San Giovanni viene portata dai confrati di San Giuseppe, con veloce andatura, incontro a quella dell'Addolorata, ed entrambi i simulacri vengono condotti al Calvario.

Nella tarda serata il Cristo viene deposto dalla croce e adagiato nell'urna e con gli altri simulacri viene portato in processione. La sera del Sabato Santo, dopo la benedizione del fuoco e dell'acqua, si celebra nella Chiesa Madre la messa di Resurrezione e le campane suonano a festa. La domenica di Pasqua, nel primo pomeriggio si celebra l'incontro fra Cristo Risorto e la Madonna.

Festa del Corpus Domini

Durante questa ricorrenza, che si svolge nel mese di giugno, le donne addobbano meravigliosi altari usando tappeti, coperte finemente lavorate e cospargendo l'intera area con profumatissimi petali di fiori. In questa occasione l'Eucarestia, custodita in un settecentesco ostensorio, viene portata in processione per le vie del paese sotto un baldacchino, visitando e benedicendo tutti gli altari votivi.

Festa del Crocifisso (12-13 agosto)

È la più importante e la più antica. Negli ultimi anni è stata inserita dall'amministrazione comunale nell'ambito delle manifestazione dell'Estate Roccapalumbese. Il giorno 13 agosto si porta in processione il simulacro del SS. Crocifisso dentro un artistico baldacchino ligneo risalente al 1758. In serata hanno luogo in piazza spettacoli musicali; concludono la festa spettacolari giochi pirotecnici.

Estate Roccapalumbese

L'estate a Roccapalumba si tinge di colori, grazie alle tante ricorrenze religiose e manifestazioni socio-culturali.

Inizia così l'"Estate Roccapalumbese", in seno alla quale sono ospitate manifestazioni ora religiose, ora culturali o di puro divertimento.

Da ricordare, fra tante altre ricorrenze, sono:

- la rassegna del teatro dialettale che raccoglie le migliori compagnie teatrali proponendo un vasto repertorio di commedie popolari;
- la mostra dell'artigianato locale;
- la sagra della ricotta, manifestazione ricca di folklore in cui si ha la possibilità di degustare oltre alla ricotta, tutti i prodotti caseari locali;
- la fiera del bestiame.


La tradizione in cucina

Roccapalumba vanta una tradizione gastronomica che attraverso una cucina semplice consente di conoscere e apprezzare i sapori freschi e genuini della tavola roccapalumbese.

Ecco di seguito alcune delle specialità:
Pasta finocchi e muddica
- Bucatini di casa ("busiati") conditi con finocchietti di montagna, mollica di pane tostata, salsa di pomodoro, olio e cipolla.
Pasta e frìttedda - Ditalini maneggiati con fave verdi tenere, ricotta, olio, cipolla e pepe.
Pasta cu vrocculu affucatu - Ditali conditi con cavolfiore, cipolla, pomodoro, pinoli, uvetta e pecorino.
Pasta cu i tinnirumi - Bucatini in minestra di pomodoro, "tenerumi" (foglie di zucca), patate, aglio e ricotta salata.
Agnieddu o sucu - Agnellino da latte cotto con estratto di pomodoro, cipolla, capperi, patate, alloro e cipolla.
Ficatu a l'aghirueduci - Fegato in agrodolce con cipolla, patate, olio, aceto e zucchero.
Pipirunata - Ottimo contorno a base di peperoni, melanzane, patate e cipolla.
Cacocciuli a viddanedda - Carciofi in umido con aglio, prezzemolo e pepe.
Cacocciuli ammuddicati - Carciofi, menta, mollica, pecorino, prezzemolo, aglio e olio in tegame.
Mulinciani abbuttunati - Melanzane ripiene con un trito a base di erbette, aglio, pecorino e cotte nel sugo.
Brusciuluni - Cotenne di maiale, uova, estratto di pomodoro, mollica, prezzemolo, aglio, olio e pepe.
Purpietti di ricotta - Polpette preparate con ricotta fresca, uova, olio, pepe e prezzemolo.
Carduna e vrocculi ca pastetta - Cardi e cavolfiore passati in una pastella a base di farina e lievito e fritti in olio bollente.
Vavaluci o sucu - Lumache condite con salsa di pomodoro, aglio, olio e peperoncino.
Pumadoru siccu chino - Pomodoro essicato ripieno di capperi, pangrattato, olio, acciughe, pepe e basilico.
Fruoscia di asparagi - Frittata con asparagi selvatici.
Stigghiuoli - Interiora di agnellino da latte aromatizzate con porri e prezzemolo.
Cudduruni - Sorta di pizza condita con pomodoro, pecorino, cipolla, acciughe e origano.
Sardi a beccaficu - Filetti di sarde, conditi con pangrattato, prezzemolo, aglio, olio e peperoncino.
Purpetti di pani - Polpette a base di ollica, latte, pecorino, uova pepe e menta.

Se venite a Roccapalumba non dimenticate di assaggiare i dolci tipici come i cannoli con la ricotta, i dolci di mandorla ("passavolanti"), "cubbaita", "vucciddati", "sfinci", "pignulata", "muffuletti", "panuzza di cena", "picureddi di pasta riali", "taralli e tatù", il gelato di campagna con mandorle tostate e tante altre leccornie.

<BACK

HOME

FEEDBACK PRIVACY

info@palermoweb.com

 PalermoWeb NEWS - Reg.Trib. Pa. n.26-17/09/07 - 1999-2015©Copyright PalermoWeb - Direttore: Rosalinda Camarda