Al Convento del Carmelo Maggiore, la collettiva di dieci fotografi che raccontano Ballarò e il suo mercato

1514

Una cornice eccezionale, piena di fascino, all’interno della quale dare vita a un’iniziativa altrettanto magica. Come del resto è la fotografia, capace di regalare emozioni e farci immergere in un mondo pieno di mistero. Prende spunto dal desiderio di raccontare un quartiere come Ballarò e il suo mercato attraverso il semplice battito degli occhi, la collettiva fotografica “Ballarando” che si inaugura alle 18 di venerdì 22 giugno nel Chiostro del Convento Carmelo Maggiore dei Frati Carmelitani, al civico 13 di via Giovanni Grasso.

A esporre all’interno di questo gioiello architettonico, il più grande e più importante tra gli altri cinque conventi carmelitani esistiti in città, saranno: Fabio Artusi, Paolo Barbera, Marcello Cataliotti, Salvo Cracchiolo, Marina Galici, Victoria Herranz, Antonio Melita, Girolamo Perna, Nino Pillitteri, Luisa Vazquez.

In tutto 20, due per ognuno di loro, le foto che si potranno ammirare dalle 9 alle13 e dalle 15 alle 20 del 22, 23 e 24 giugno, del 29 e 30 Giugno e, infine, di domenica 1 luglio. L’inaugurazione, che consentirà di conoscere personalmente gli autori di questa emozionante mostra, sarà allietata dalle musiche di Giacco Pojero e Nino Vetri. Ingresso libero.

Articolo precedentePartanna Mondello come esempio dell’abitare la città di oggi. Se ne parla in un bene confiscato alla mafia con l’Istituto Arrupe
Articolo successivoÈ Sofia Badalamenti la “Miss Monreale 2018”. Gabriella Fragasso, invece, conquista la fascia di “Miss Social”, voluta con forza dal web