Cena solidale per la nascita di “Tumiamì school”, in un bene confiscato alla mafia della “Life and Life”

1443

La creazione di uno spazio dedicato a giovani palermitani e stranieri, nel quale lavorare e collaborare per supportare giovani in condizioni di disagio sociale. Un’occasione per far coltivare il loro potenziale e guidarli verso un futuro che li veda protagonisti attivi della società in cui vivono.

È uno degli obiettivi di “Tumiamì School”, centro multiculturale con sede in via Serraglio Vecchio 28, nei pressi della Stazione Centrale di Palermo. Un bene confiscato alla mafia, affidato a un’organizzazione umanitaria internazionale come la “Life and Life”, attiva  da anni nell’assistenza sociale, sociosanitaria, educativa e di beneficenza nel campo della cooperazione internazionale e degli aiuti umanitari.

Un progetto al quale potere dare tutti un contributo personale, per esempio partecipando alla cena solidale in programma alle 20 di domenica 10 dicembre al Torquemada, in via Pignatelli Aragona  64. Un giro pizza di solidarietà per dare linfa vitale alla nascita e crescita di questo progetto, al quale si può prendere parte con la consapevolezza di stare facendo veramente qualcosa di bello e “buono”.

Durante la serata si raccoglieranno anche giocattoli e scarpetteda donare il 6 Gennaio ai bimbi della Costa d’Avorio. Iniziativa  in collaborazione con Padre Elisee Ake Brou . Info e prenotazioni a uno dei seguenti numeri: 393.3830093 – 349.6664551 – 333.3792809.

 

Articolo precedenteAl Caffè del Teatro “Lo Schiaccianoci” narrato con l’arpa ai bambini
Articolo successivoSi inaugura l’ambulatorio di Counselling Onco-Genetico del “Paolo Giaccone” di Palermo