Cinema: Cinémardi #4, rassegna cinematografica organizzata dall’Institut Français

1588

RASSEGNA CINÉMARDI #4 [24 GENNAIO – 23 MAGGIO 2017]

Ritorna il cinema francese al Cinema De Seta a partire da martedì 24 gennaio 2017 con la quarta edizione della rassegna Cinémardi, organizzata dall’Institut français Palermo in collaborazione con Assessorato alla Cultura del Comune di Palermo.

24 gennaio – 23 maggio 2017
Cinema De Seta – Cantieri Culturali alla Zisa (via Paolo Gili, 4)
Tutti i film sono in lingua originale con sottotitoli italiani

Ingresso libero

LA RASSEGNA

Cinémardi torna in una forma leggermente diversa rispetto alle edizioni precedenti: la scoperta del cinema francese contemporaneo continuerà a far parte del programma, con quattro lungometraggi di finzione – peraltro quattro debutti cinematografi – ma anche i classici avranno il loro posto d’onore, con la proiezione di Monsieur Klein, César et Rosalie e Le Sauvage.

Il film di Joseph Losey fu un fallimento quando uscì ed è oggi considerato uno dei capolavori dell’autore, mentre César et Rosalie e Le Sauvage, grandi successi all’epoca, sono diventati dei classici della programmazione televisiva in Francia. Le Sauvage è un gioiello di quella commedia sentimentale e avventurosa che il cinema francese popolare ha saputo creare.

Rivisto oggi, César et Rosalie, che appartiene alla serie dei grandi film degli anni Settanta di Claude Sautet che andrebbero assolutamente rivisitati, svela un cineasta molto accessibile (francese, popolare) eppure molto riservato, conformista solo in apparenza, profondamente tormentato, come difficilmente si direbbe leggendo il titolo italiano del film (È simpatico… ma gli romperei il muso).

Se questi tre film raccontano storie di adulti (interpretati da star del cinema francese quali Alain Delon, Romy Schneider, Yves Montand, Catherine Deneuve), non si può dire altrettanto per i primi, che si interessano maggiormente ai giovani: la grande solitudine dell’adolescenza e il piccolo mondo crudele della scuola media (Le Nouveau), l’iniziazione all’amore e alla sessualità (Crache cœur), il rifiuto di accettare il posto che la società impone (Qui vive), il sacrificio della propria giovinezza per una ricerca senza fine (Les Cowboys), sono diversi i temi affrontati da questi racconti di formazione, dal punto di vista della commedia, dell’epopea o della cronaca sociale.

Discorso analogo per i primi film quebecchesi programmati a marzo nell’ambito delle Giornate del cinema quebecchese, presentate a Palermo per il secondo anno consecutivo in collaborazione con l’associazione Sudtitles. Le paure dell’infanzia (Les Démons), i giovani artisti degli anni Ottanta visti attraverso il prisma di un movimento effervescente (Montréal New Wave), il doloroso passaggio all’età adulta (Le Bruit des arbres), sono i temi centrali di questi tre bei film, che manifestano la vitalità di una cinematografia ricca di promesse.

Israele e la Tunisia saranno al centro dei due film proposti nell’ambito della Biennale Arcipelago del Mediterraneo. Due proposte artistiche originali e affascinanti: Le Challat de Tunis, un “documenteur” esilarante che è anche una riflessione sulle condizione delle donne nel mondo arabo, e lo straordinario Z32 di Avi Mograbi, un documentario sul dramma israelo-palestinese con effetti speciali e numeri musicali.

Infine a maggio, Cinémardi si associa al Festival Sole Luna per proporre due documentari dedicati a delle grandi figure della creazione artistica contemporanea (la cineasta Chantal Akerman, il musicista Archie Shepp) e una selezione di film di Robert Cahen, figura importantissima della video art, sulla scena internazionale da trent’anni.

CALENDARIO DELLE PROIEZIONI

[ 24 GENNAIO – 21.00 ] / Grandi classici restaurati
MONSIEUR KLEIN di Joseph Losey – Francia / 1975 / 122’

[ 31 GENNAIO – 21.00 ] / Cinema francese contemporaneo
LE NOUVEAU di Rudi Rosenberg – Francia / 2015 / 81’

[ 07 FEBBRAIO – 21.00 ] / Cinema francese contemporaneo
QUI VIVE di Marianne Tardieu – Francia / 2014 / 83’

[ 14 FEBBRAIO – 21.00 ] / Biennale Arcipelago del Mediterraneo
LE CHALLAT DE TUNIS di Kaouther Ben Hania – Tunisia / 2013 / 90’

[ 21 FEBBRAIO – 21.00 ] / Biennale Arcipelago del Mediterraneo
Z32 di Avi Mograbi – Israele, Francia / 2008 / 81’

[ 28 FEBBRAIO – 21.00 ] / Grandi classici restaurati
CÉSAR ET ROSALIE di Claude Sautet – Francia / 1972 / 110’

[ 07 MARZO – 21.00 ] / Giornate del cinema quebecchese in Italia
LES DÉMONS di Philippe Lesage – Canada / 2015 / 118’

[ 14 MARZO – 21.00 ] / Giornate del cinema quebecchese in Italia
MONTRÉAL NEW WAVE di Erik Cimon – Canada / 2016 / 92’

[ 21 MARZO – 21.00 ] / Giornate del cinema quebecchese in Italia
LE BRUIT DES ARBRES di François Péloquin – Canada / 2015 / 78’

[ 28 MARZO – 21.00 ] / Cinema francese contemporaneo
LES COWBOYS di Thomas Bidegain – Francia / 2015 / 104’

[ 04 APRILE – 21.00 ] / Cinema francese contemporaneo
CRACHE COEUR di Julia Kowalski – Francia / 2014 / 83’

[ 18 APRILE – 21.00 ] / Grandi classici restaurati
LE SAUVAGE di Jean-Paul Rappeneau – Francia / 1975 / 107’

[ 09 MAGGIO – 21.00 ] / Festival Sole Luna – Portraits d’auteurs
I DON’T BELONG ANYWHERE. LE CINÉMA DE CHANTAL AKERMAN
di Marianne Lambert – Belgio / 2014 / 80’

[ 16 MAGGIO – 21.00 ] / Festival Sole Luna – Portraits d’auteurs
VIDEO ART: RASSEGNA SU ROBERT CAHEN – Francia / 1983-2015 / 52’

[ 23 MAGGIO – 21.00 ] / Festival Sole Luna – Portraits d’auteurs
THE SOUND BEFORE THE FURY di Lola Frederich e Martin Sarrazac – Francia / 201 4 / 88’

Giornate del cinema quebecchese in Italia: in collaborazione con il Conseil des arts et des lettres du Québec, la Société de développement des entreprises culturelles du Québec, la Delegazione del Québec a Roma, l’Ambasciata del Canada in Italia, Institut français Milano, Sudtitles. http://cinemaquebecitalia.com/

Portraits d’auteur : in collaborazione con il Festival Sole Luna
Biennale Arcipelago del Mediterraneo: in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Palermo

Grandi classici restaurati e Cinema francese contemporaneo: in collaborazione con Institut français e Institut français Cinéma.

Articolo precedenteCultura: Il tempo e la voce. Canzoni dalla Scuola poetica siciliana
Articolo successivoPresentazione del romanzo “Civico numero 27” di Sandro Dieli alla Libreria Modusvivendi