“MoviMenti”, giovedì 14 ottobre il finissage della mostra fotografica di Flavia Agar Di Piazza, con Pippo Montedoro e Marcello Mandreucci

151

La musica di Marcello Mandreucci e il nuovo libro – tortura “Berlingaccio ”di Pippo Montedoro saranno la cornice del finissage, in programma alle 16.30 di giovedì 14 ottobre, di “MoviMenti”, la mostra di Flavia Agar Di Piazza, alla Galleria Scafidi di Villa Niscemi.

Agar Flavia Di Piazza

Ancora pochi giorni, quindi, per ammirare le 24 immagini, in parte a colori e in parte in bianco e nero, piene di suggestioni di questa permanente, realizzata in collaborazione con le associazioni “Il Signore degli anelli” e “Mondello mudd Festival”. Un insieme di frammenti che compongono il mondo di questa fotografa, il cui talento si è nel tempo rivelato attraverso diverse forme espressive d’arte.

«Qualunque forma d’arte è sempre stata per me fonte inesauribile di energia e vitalità –  dice l’artista – perché, nel processo del creare, si può ricreare se stessi. Considero il richiamo irresistibile verso la scultura, la fotografia, la danza, insieme alla meditazione, la mia chiave d accesso a un perduto senso di sacralità della vita. Il mio approccio alla fotografia è abbastanza recente; istintivo e mai pianificato, si tratta piuttosto di una possibilità d’espressione che ha dato il via a una delle migliori corse della mia vita. Il passaggio dai lunghi tempi di realizzazione della tridimensionale scultura all’immediatezza bidimensionale della fotografia, infatti, nasce dall’esigenza di manifestare ed esprimermi “qui e ora”, anche durante i miei viaggi».

MoviMenti” è il regalo che Agar Flavia Di Piazza fa alla sua città raccontando le risultanze emotive dei viaggi da lei compiuti in India, Nord Africa, Indonesia, Sud America e  Australia.

La mostra si potrà visitare sino a giovedì 14 Ottobre dalle 10 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.30. Ingresso libero.

 

Articolo precedenteLa violenza va curata e prima ancora evitata
Articolo successivoDomenica 17 ottobre a Villa Filippina con Marcello Fois per parlare del suo libro  “L’invenzione degli Italiani. Dove ci porta Cuore”