Nasce l’Accademia del Cinema Ares. Una grande occasione di formazione per chi vuole studiare in Sicilia

143
Da sinistra: Maurilio Messana, Federico Toscano, Ludovico Cantisani, Simone Marra

Il via il 18 giugno con un meeting sui pupi siciliani. In programma masterclass sul cinema di animazione e il modeling, ma anche un seminario su Kubrick

Entrare nel mondo del cinema con quelle competenze giuste per potere stare subito davanti o dietro una macchina da presa, sapendo come si posizionano le luci, ma pure come si porge una battuta o si scrive una sceneggiatura. Questo, però, per i siciliani, è sempre stato possibile dovendo lasciare la propria terra, quindi affrontando difficoltà non indifferenti non solo dal punto di vista economico.

Ecco perché è nata l’Accademia del cinema Ares che, vantando già l’esperienza di circa venti anni nell’alta formazione telematica dell’ente che la ospita e promuove, parte avvantaggiata su questo fronte Una scommessa subito accolta dal suo direttore, Maurilio Messana, per dare modo ai siciliani che vogliono provare a fare parte del mondo del cinema di farlo senza lasciare la propria terra.

Ricco già in questa prima fase il programma che prevede corsi di alta formazione, masterclass, workshop e iniziative che puntano a fare conoscere le mille sfaccettare di questa realtà.

«Ho partorito l’idea di un’Accademia del Cinema in piena pandemia, quando il processo necessario e inarrestabile di digitalizzazione ha cominciato a premere sull’acceleratore. Nell’era post-covid – afferma il direttore artistico, Federico Toscano – sarà difficile tornare indietro, per questo ritengo che in un futuro non tanto prossimo la didattica sarà blendend cioè in presenza e on-demand. La didattica digitale, infatti, permette di gestire al meglio il proprio tempo e la propria vita, dando agli studenti la possibilità di decidere dove e quando studiare. Questa la nostra filosofia. L’Accademia sarà un’ottima occasione per i fuori sede, ma anche per gli studenti non siciliani. Infatti, la maggior parte di coloro che hanno partecipato alla nostra prima masterclass (con il maestro Nannuzzi), erano maggiormente provenienti da regioni del centro e nord d’Italia. Ha partecipato anche un produttore del Lussemburgo. Sono orgoglioso del fatto che, grazie a una realtà siciliana come Ares, azienda leader della formazione, siamo riusciti a esportare fuori dall’isola un esempio di innovazione».

Ad affiancare Maurilio Messana e Federico Toscano in questa avventura, ci sono Ludovico Cantisani, responsabile didattico e produttore cinematografico, e Simone Marra, responsabile dei corsi e consulente tecnico nella qualità di segretario generale dell’AIC, l’Associazione Italiana Autori della Fotografia Cinematografica

Il via il 18 giugno, dalle 9 alle 18, con il meeting digitale e in presenza dedicato alla storia dei pupi siciliani. Un genere sicuramente lontano da quello cinematografico, ma che è espressione della nostra cultura, essendoci in Sicilia e, in modo specifico a Palermo, numerose famiglie che da generazioni portano avanti questa tradizione. A dare la propria testimonianza, alle 16 di venerdì prossimo, nella sede Ares di via Donizetti 14, saranno le famiglie Argento e Gargano: la prima con Nicola e Dario, la seconda con Venerando. Seguirà uno spettacolo, quindi una mostra con cartelloni dipinti e strumenti del mestiere. Il tutto si potrà seguire in presenza in via Donizetti 14, ma anche in diretta Facebook e Instagram sui canali di ARES. Evento gratuito.

Kubrick di carta” è il seminario che si svolgerà alle 17 del 26 giugno, anche questo sia in presenza sia in streaming da via Donizetti 14. A curarlo sarà il regista teatrale e studioso di cinema, Umberto Cantone, autore del volume “Le carte di Kubrick” (Sellerio editore), che ci racconterà quanto siano ancora attuali le opere e lo stile di uno dei più grandi registi di tutti i tempi come Stanley Kubrick, analizzando i motivi e le figure del suo cinema attraverso il suo particolare metodo di lavoro, un metodo che ce lo fa ancora oggi riconoscere come un simbolo di indipendenza autorale, in grado di collaborare con il sistema delle major di Hollywood. Evento gratuito.

«Kubrick – spiega Cantone – è stato uno stratega del controllo assoluto sui propri film. Non si limitava a concepirli e a dirigerli, ma guidava tutte le loro fasi produttive, intervenendo anche su quelle relative alla loro postproduzione e promozione. Per lo studio dell’opera kubrickiana, si partirà da una disamina sui criteri di pubblicità da lui adottati per i propri film, sulle fonti letterarie e sulle forme di novellizzazione delle sue opere».

Il cinema di animazione sarà protagonista della Masterclass, in programma il 28 e 29 giugno, con Nico Bonomolo, regista siciliano selezionato agli Oscar, vincitore del David di Donatello e del Globo d’Oro.

Diversi i temi che verranno sviscerati: la storia del cinema di animazione, dalle origini ai giorni di oggi; dalla Disney alla Pixar, dal disegno al digitale, dai bambini a un pubblico più ampio; le animazioni d’autore; la produzione cinematografica nel campo delle animazioni, ruoli e settori di riferimento; dalla scrittura al prodotto finito.

Chi, invece, sogna di calcare passerelle di altro genere, dal 13 al 17 luglio potrà partecipare alla Masterclass di Modeling, promossa in collaborazione con la “Tent Academy”. Un’occasione, per modelle e modelli, di comprendere come funziona il mondo della moda. Chi parteciperà, sarà introdotto in questo mondo imparando l’orientamento, il posing, il portamento, quali errori evitare in ambito professionale, ma anche prendendo parte a uno shooting per comprendere sino in fondo ogni tappa da seguire. In palio, da parte della “Tent Academy”, per il miglior modello o la migliore modella, un contratto di un anno. Inoltre, tutti gli studenti potranno portarsi a casa un book fotografico personale che potranno sfruttare per la loro futura carriera.

Un bel programma, quello già messo in campo dall’Accademia del Cinema Ares che, però, sta già guardando lontano. A ottobre, infatti, partiranno i corsi alta formazione su recitazione, fotografia, regia e sceneggiatura.

«Abbiamo già quasi del tutto definito il programma – conclude Toscano – e ne parleremo molto presto. Sarà un’occasione per dimostrare alle grandi produzioni che arrivano in Sicilia dall’America, dall’Australia, ma anche dal resto dell’Italia, che anche noi siamo in grado di formare e “sfornare” talenti che magari non potrebbero venire fuori ed essere scoperti per le tante difficoltà del spostarsi e cambiare radicalmente la loro vita. Che, poi, sappiamo bene quanti registi e attori siciliani siano stati apprezzati e abbiano fatto fortuna in tutto il mondo. Vogliamo dare ad altri la possibilità di formarsi senza dovere allontanarsi sol perchè costretti».

Per info sui costi delle masterclass e dei futuri corsi, chiamare il tel. 091.333823 o scrivere all’e-mail accademiadelcinema@uniares.it.. Info: https://www.uniares.it/.

Articolo precedente“Il miracolo del porto di Palermo”. Se ne parla il 17 giugno in piazzetta Bagnasco con Pasqualino Monti, Leonardo Agueci e Stefania Petyx
Articolo successivoLa storia dei pupi siciliani raccontata dalle famiglie Argento e Gargano. Evento dell’Accademia di Cinema Ares