NASCE IN SICILIA LA PRIMA OTIS REDDING TRIBUTE BAND D’ITALIA

1043

 

Il 15 febbraio il concerto di esordio al Teatro Savio di Palermo con i Jack & the Starlighters

Il re del soul, il punto di riferimento della black music, il cantante autore delle sue canzoni diventato leggenda. Questo è stato Otis Redding per la storia della musica, non solo statunitense, ma mondiale.

La sua voce, il suo stile, le sue parole, sono perno della musica degli anni Sessanta e influenzano ancora oggi lo stile contemporaneo.

La Sicilia omaggia il mito del cantante di “(Sittin’ on) The dock of the bay”, “I’ve been loving you too long” e “These Arms of Mine” con la nascita e con il concerto della prima Otis Redding tribute band d’Italia.

Il 15 febbraio alle 21 al teatro Savio in via Giovanni Evangelista Di Blasi 102/d a Palermo andrà in scena “Otis Redding Tribute show”. Gli Jack & the starlighters (Gioacchino Cottone alla voce, Fabrizio Pacera alla batteria, Dario Lo Giudice al basso, Danilo Mercadante al pianoforte) con Dario Pacera alla chitarra e la sessione di fiati composta da Samuele Davì alla tromba, Fabio Piro al trombone, Michele Mazzola al sassofono, daranno vita a un concerto che punta a essere multisensoriale, ma anche a schiacciare l’occhio allo stile del programma televisivo “Studio Uno” di Antonello Falqui.

Alle più famose canzoni di Otis Redding si alterneranno i visual set e i documentari selezionati dalla vj Mapi Rizzo. A tutto questo si somma il corpo di ballo curato da Josh Rizzuto e Marika Riggio, che accompagnerà le canzoni. In più, non mancherà a sorpresa la possibilità di gustare e respirare una delle più famose canzoni di Otis Redding: “Cigarettes and coffee”, abbattendo così la quarta parete tra gli artisti sul palco e il pubblico.

Arriva così per la prima volta in città uno spettacolo davvero multimediale, che non si limita alla musica, ma unisce vecchie e nuove forme di cmunicazione, per fare conoscere anche il lato estetico di Otis Redding.

«Il progetto – dice il cantante Gioacchino Cottone, che è anche regista della serata – è una mia idea, figlia dell’amore che mio padre mi ha trasmesso, facendomi ascoltare Otis Redding sin da piccolo e influenzando i miei primi ricordi musicali. Redding è “il disco” che mi accompagna da quando sono nato. Sotto l’aspetto commerciale, ritengo che sia assurdo che fino a oggi in tutta Italia non ci sia mai stato un tributo dedicato a un artista di questo rilievo socioculturale, che ha cambiato la storia della musica internazionale, aprendo una pagina indiscussa dell’R&B, del soul e del rap».

La tribute band italiana a Otis Redding è stata benedetta anche dal figlio del cantante Otis III, che presto sarà in Italia per fare parte dello show.

Il concerto è una nuova tappa del progetto Jack & the Starlighters, band attiva da 15 anni nei locali di intrattenimento e nelle piazza di tutta la Sicilia.

Il biglietto di ingresso costa 12 euro e si può comprare al botteghino del teatro e in tutti i punti vendita ticketone (www.ticketone.it/biglietti.html?affiliate=ITT&doc=artistPages%2Ftickets&fun=artist&action=tickets&erid=1822753&includeOnlybookable=false&xtmc=otis_redding&xtnp=1&xtcr=1) e Tickettando (www.tickettando.it/event/jack-and-the-starlighter-palermo/ ). Per ulteriori informazioni telefonare al 091 676 8181 o al 3335762232.

 

Articolo precedenteComune : Presentata a Palazzo delle Aquile l’iniziativa “Un biglietto sospeso”
Articolo successivoPALAB DI PALERMO Gli appuntamenti serali dall’8 al 12 febbraio Serate tra jam, popsoul e show made in Africa style