Si sposta ancora più a sud la carovana di “Libero Cinema in Libera Terra 2021”

138

Domenica 18, il secondo appuntamento in esclusiva sugli schermi di Mymoviers, mentre il 19 la presenza in Puglia

Sarà con “Alla mia piccola Sama” di Waad Al-Khateab ed Edward Watts (Gran Bretagna (2019) – 100 minuti) il secondo appuntamento in esclusiva sugli schermi di Mymovies, proposto domenica 1\8 luglio dall’edizione 2021 di “Libero Cinema in Libera Terra”, il festival di cinema itinerante promosso da Cinemovel Foundation e Libera.

Attesa la proiezione di questo film, che ci racconta la vita della giovane regista siriana Waad Al-Khateab da ribelle, durante i cinque anni di rivolta ad Aleppo. È lei stessa, appena 26enne, che riprende e ci propone attimi di vita unici, anche perché molto personali. Il film è stato candidato all’Oscar, Miglior Doc. BAFTA 2020, European Film Awards. Alle 21.15 la  distributrice Anastasia Plazzotta lo presenterà, dando subito dopo il via alla visione dalle pagine web e social di Cinemovel, di Libera e sul sito www.mymovies.it/live/cinemovel,

IL FILM

“Alla mia piccola Sama” di Waad Al-Khateab ed Edward Watts (Gran Bretagna 2019, 100 minuti).

Video lettera di una giovane madre a sua figlia. La regista siriana Waad al-Kateab racconta la sua vita nel corso dei cinque anni della ribellione di Aleppo, in Siria, contro la dittatura di Bashar al-Assas. Cinque anni, dal 2011 al 206, durante i quali Waad si innamora, si sposa e dà alla luce Sama, il tutto mentre intorno si fa sempre più duro il conflitto e la repressione del regime spietata. Resistono Waad e suo marito Hamza l’ultimo medico rimasto, nella zona ribelle, per curare centinaia di feriti al giorno, durante l’atroce assedio della città. La voce narrante nella versione italiana è di Jasmine Trinca. Candidato all’Oscar, Miglior Doc. BAFTA 2020, European Film Awards

La carovana di “Libero Cinema in Libera Terra” proseguirà il suo viaggio con un appuntamento in presenza, lunedì 19 luglio, a Cerignola (FG), ospite del Laboratorio di Legalità “Francesco Marcone”, un bene confiscato alla mafia gestito dal 2010 dalla Cooperativa sociale “Pietra di scarto”, in contrada Toro (uscita SS 16 bis Km 707). Una realtà in cui numerose persone a rischio di esclusione sociale riescono a trovare un’opportunità di inserimento lavorativo.

La giornata si aprirà alle 11 con il terzo appuntamento sulle pagine Facebook di Cinemovel, Libera e Mymovies. “Cultura per la rigenerazione” è il titolo della puntata in programma di “Libero Cinema Magazine”, alla quale parteciperanno Fabrizio Barca, Franco Bianchini, Paola Dubini, Roberta Franceschinelli e Pietro Fragasso

In serata appuntamento con le immagini disegnate dal vivo alla lavagna luminosa da Vito Baroncini. Alle 21.30 andrà in scena Mafia liquida, spettacolo tra cinema e fumetto. Lavagna luminosa, proiettore digitale, casse, schermo, sono gli oggetti di scena mentre le mani, i colori, le macchie, i suoni, il cinema, il fumetto, le storie sono i protagonisti dello spettacolo. La narrazione scorre su più piani mescolando espressioni e linguaggi d’arte per raccontare il quotidiano di piccole e grandi storie di sopraffazione mafiosa. La presentazione sarà fatta alle 21.15 dal regista Nello Ferrieri. Evento dal vivo e su www.mymovies.it/live/cinemovel.

Libero Cinema in Libera Terra è promosso da: Cinemovel Foundation e Libera, associazioni, nomi e numeri contro le mafie

Partner istituzionale: Fondazione Unipolis

Con il sostegno di: MIUR e MIC

Main partner: BNL Gruppo BNP Paribas

Solidal partner: Coop Alleanza 3.0

Creative partner: Lucrezia Gismondi; Frames on the Moon

Media partner: Internazionale; MYmovies; Libera Informazione, Rivista del Cinematografo

Articolo precedentePiazzetta Bagnasco. Con l’arch. Carta, lunedì 19 luglio, si parla della “biografia progettuale” di Palermo
Articolo successivoLa corruzione al centro del prossimo film che proporrà “Libera Cinema in Libera Terra 2021” martedì 20 luglio. Tappa al C.E.R.C.A.T. di Cerignola