Teatro: al Cantunera le eleganti battute del duo Moschella-Mulè

1156

mulemoschella2

di Giorgio de Simone (FB: Palermo Tour) per Palermoweb.Net – Foto ©Paolo de Figueroa 

Nell’accogliente cornice del nuovo teatro palermitano, il Cantunera, aperto al pubblico il 10 maggio scorso, il 13° teatro cittadino come tiene a precisare Sara Cappello, promotrice di questa straordinaria avventura culturale, si è svolto sabato 30 lo spettacolo di Giuseppe Moschella ed Emanuela Mulè, coppia di rinomati artisti palermitani, che hanno presentato alcuni dei loro sketch più esilaranti.

La loro bravura nel coinvolgere il pubblico e renderlo quasi partecipe allo spettacolo non è casuale ma sistematica, rendendo quel paio d’ore una piacevole serata tra amici.

Come far scegliere al pubblico, tipo lotteria, estraendo il pizzino col numero, il “pezzo” da proporre e man mano che si sviluppa lo spettacolo in un crescendo di ilarità e di raffinata ricerca dei ricordi di un passato della cultura strettamente palermitana ormai quasi cancellata dal ritmo frenetico scandito da cellulari che “trasformano la realtà” in qualcosa di diverso.

mulemoschella1E così la disperata “telefonata” del povero giardiniere che annuncia la dipartita di tutta la famiglia tra fraintesi con la padrona del podere, nobile donna palermitana che capisce tutto l’esatto contrario di quello che dice il malcapitato… 

Ritornano in mente, nelle battute di Giuseppe Moschella, i vecchi ricordi di una Palermo che fu che aspettava “l’abbanniata del panellaro”, o il grido del vicino di casa disturbato dalla palestra di un tempo… la strada dove qualcuno minacciava ed eseguiva il fatidico “u tagghiamu stu’ palluni ?” che non era una domanda ma la fatidica conseguenza del disturbo arrecato o dal vaso rotto …   e si completa con la “sadica dottoressa” Mulè che, dal suo ambulatorio, fa uscire un uomo pieno di salute in un poveraccio praticamente pronto per la “cascia”

E che dire della Signora in Jeep che parcheggia “pi spriegiu” sopra il marciapiede dove le amiche non possono arrivare, anche se il marito gli fa uscire le “corna” da tutte le parti ! 

E del mafioso gay ? E della “vedova” del latitante ? E del più grande scrittore contemporaneo siciliano ? E del senso del matrimonio ? Vogliamo parlare del Vicolo Scannaserpe ? O del motivo per cui dobbiamo pagare un personal trainer per “acchianari e scinniri u scaluni”

Insomma una serata veramente all’insegna della spensieratezza e dell’ilarità completata dall’ottimo buffet messo a disposizione dal Cantunera che offre a solo 12 euro lo spettacolo e l’apericena o a 8 euro lo spettacolo e una consumazione.

Insomma un posto nuovo che a Palermo mancava, un posto dove sentirsi per due ore bene, dimenticare fuori lo stress e i pensieri… quasi quasi uscire dal Cantunera è come svegliarsi da un bel sogno ! Suggeriamo a tutti i palermitani che hanno a cuore la loro salute di… passare dal Cantunera… è una cura “psicologicamente” vincente !

Bravi a tutti ! Meritate un 110 e lode ! 

Per i prossimi eventi del Cantunera basta mettere il mi piace sulla loro pagina FB (Cantunera-fucina-culturale) oppure al nostro link: http://www.palermoweb.com/cantunera.asp 

 

Articolo precedentePupi Siciliani: la rassegna in corso al Teatro Carlo Magno
Articolo successivoConsulenze ginecologiche gratuite nel mese di maggio