PalermoWeb sta cambiando... resta in contatto su: www.palermoweb.net !

 Museo Internazionale delle Marionette di Palermo

 

 

 

 

 

 

Associazione per la conservazione delle tradizioni popolari
Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino
Direttore: Janne Vibaek Pasqualino

Indirizzo: Piazzetta Niscemi 5 (pressi Piazza Marina) - 90133 Palermo 

Per informazioni e prenotazioni: Tel.: 091 328060 - Fax: 091 328276

Orario di apertura: da lunedì a venerdì 9,00 - 13,00 /16,00 - 19,00 
sabato: 9,00 - 13,00 ,domenica: 10,00 - 13,00 

Biglietto d’ingresso

> Attività per le scuole (su prenotazione):
visite guidate laboratori per scolaresche seminari per insegnanti

> Centro di documentazione sul teatro di figura:
biblioteca specializzata Giuseppe Leggio videoteca /nastroteca (consultabili su richiesta) 

> Promozione: 
organizzazione di mostre in Italia e all’estero 
Il gioco del museo - corso di animazione per bambini spettacoli di opera dei pupi, burattini, marionette, ombre (su richiesta)  

> Festival di Morgana:
rassegna dell’opera dei pupi e di pratiche teatrali tradizionali 

> TEATRO:
[ WWW.MANCUSOPUPI.IT ]


Fondato nel 1975 dall’Associazione per la conservazione delle tradizioni popolari, il Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino si è costantemente ispirato ai principi della moderna museografia e all’attività teatrale, diventando così uno dei migliori esempi di ricerca museografica sul teatro. Il museo ospita una collezione di 3500 pezzi provenienti da tutto il mondo; l’annessa biblioteca Giuseppe Leggio possiede circa 3000 volumi sul teatro di figura e sulle tradizioni popolari. Tra le varie iniziative promosse, particolare attenzione viene data, da un lato all’attività teatrale volta sia alla produzione di spettacoli innovativi che alla promozione dello spettacolo tradizionale dell’opera dei pupi - e dall’altro alla didattica: visite guidate con proiezioni video, seminari teorico-pratici sulle varie tradizioni del teatro di animazione, dimostrazioni di tecniche di manovra vengono organizzati sia per le scolaresche che per gli insegnanti e gli operatori scolastici.


FOTO: Concetta Messina, resp.le PalermoWeb 
con la S.ra Pasqualino direttrice del Museo

Opera dei Pupi.
L'opera dei pupi è il teatro tradizionale delle marionette dell’Italia meridionale e presenta tre distinte tradizioni, quelle di Palermo, Catania e Napoli. I pupi di Palermo sono alti 80 cm, hanno il ginocchio articolato e sono manovrare dai lati del palcoscenico; quelli di Catania sono alti 120 cm hanno il ginocchio rigido e sono manovrati dall’alto, da un ponte montato dietro il fondale; i pupi di Napoli sono alti 100 cm, hanno il ginocchio articolato e sono manovrati da un ponte montato dietro il fondale. I soggetti erano lunghe storie, rappresentate a puntare anche per molti mesi di seguito, ispirate alla letteratura epico-cavalleresca e più in particolare al ciclo carolingio. Il repertorio tradizionale comprendeva anche storie di santi e di banditi, eventi storici o drammi shakespeariani. Lo spettacolo del giorno era pubblicizzato attraverso l’uso di cartelli decorati. A Palermo questi erano dipinti su tela e divisi in scacchi, di solito Otto, che illustravano i vari episodi. A Catania ogni episodio veniva dipinto su un foglio di carta da imballaggio. I cartelli napoletani, infine, erano dipinti su fogli di carta. Oggi lo spettacolo si conclude in una serata, e i cartelli hanno ormai soltanto funzione decorativa. 


Established in 1975 by the Association for the preservation of popular heritage, the Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino has made continuous reference both to the principles of contemporary museology and to theatre work, and thus becoming one of the best examples of museographical research on the theatre. The museum collects over 3500 items from all over the world; the adjoined Giuseppe Leggio library contains about three-thousand volumes on marionettes and popular traditions. Among the museum’s various initiatives, particular attention is given to the theatrical project aimed both at the production of innovative shows and the preservation of the traditional opera dei pupi, the Sicilian puppet play, as wall as to didactic activities: guided tours and the vision of videotapes are provided for schools, while theoretical and practical courses on various techniques of theatrical animation are organized for teachers and theatre operators. 

Opera dei Pupi. 
The opera dei pupi is the marionette theatre of Southern Italy and is made of three separate traditions: Palermo, Catania and Naples. The Palermitan puppets are 80 centimeters tall, have jointed knees and are manipulated from the side of the stage; the Catanese puppets are 120 centimeters tall, have stiff knees and are manipulated from above, from a bridge behind the backdrop; the Neapolitan puppets are one metre tall, have jointed knees and are manipulated from above from a bridge behind the backdrop. The subjects are lengthy chronicles presented in installments over a period of many months and based on epic-chivalrous literature, most particularly on the Carolingian chronicle. The repertoire also included the lives of bandits and saints, historical events and Shakespearean dramas. The show of the day was traditionally advertised using decorated panels. In Palermo they were painted on canvas and divided into squares, usually eight, which depicted various scenes. In Catania each scene was painted on paper. The Neapolitan posters were painted in tempera on paper. Today we have one-evening performances and the panels have a mere decorative purpose.

<BACK

HOME

FEEDBACK PRIVACY

info@palermoweb.com

 PalermoWeb NEWS - Reg.Trib. Pa. n.26-17/09/07 - 1999-2015©Copyright PalermoWeb - Direttore: Rosalinda Camarda