PalermoWeb sta cambiando... resta in contatto su: www.palermoweb.net !

La Riserva di Capo Gallo

 

Il rospo smeraldino

Gli anfibi sono i vertebrati più minacciati dalle alterazioni ambientali di origine antropica. La scomparsa di un gran numero di specie e la contrazione delle popolazioni superstiti ha dimensioni planetarie e rappresenta un evidente sintomo di uno stato di crisi della biosfera. La Sicilia è particolarmente interessata da questo fenomeno; nell'Isola sono presenti poche specie, tutte di grande interesse ed estremamente vulnerabili ai cambiamenti ambientali. L'ipotesi di una loro scomparsa prospetta l'esigenza di progetti di tutela delle popolazioni, soprattutto in aree critiche come quelle urbane e suburbane.

L'Azienda Regionale Foreste Demaniali in collaborazione con la Wilderness Studi Ambientali ha attivato un piano per la conservazione del rospo smeraldino della Riserva di Capo Gallo. L'abbeveratoio presente al ciglio della strada che attraversa "La Fossa" costituisce un importante sito di riproduzione di questa specie.


 (foto ©PalermoWeb)

Il rospo smeraldino, Bufo viridis Laurenti, 1768

È un anfibio con abitudini crepuscolari e notturne, vive nell'ambiente terrestre ed è legato all'acqua unicamente durante il periodo riproduttivo. In quest'ultimo, che generalmente ha inizio a metà inverno, gli adulti compiono una migrazione verso il sito di riproduzione, per deporre le uova. Il maschio arriva in acqua, o nei suoi dintorni, prima della femmina ed emette un canto che funge da richiamo; possiede una sacca vocale che gonfia quando canta e serve ad amplificare i segnali sonori emessi. Dopo avere intercettato una compagna, il maschio, di dimensioni inferiori, si adagia sul dorso e la stringe in una sorta d'abbraccio detto amplesso ascellare. In seguito depone gli spermatozoi sulle uova via via che vengono espulse dalla femmina. Dalle uova, deposte in cordoni, si sviluppano in meno di una settimana i girini che completano la metamorfosi in circa due mesi.

Le popolazioni di rospo smeraldino sono considerate in declino in tutta l'Europa a causa del deterioramento ambientale: tuttavia la specie in molti paesi è ancora relativamente abbondante.

Bufo viridis è strettamente protetta dalla Convenzione di Berna che ne vieta la cattura, la detenzione, l'uccisione e il deterioramento o la distruzione dei siti riproduttivi; è annoverata fra le specie di interesse comunitario che necessitano di una rigorosa protezione ai sensi della Direttiva HABITAT 92/43 CEE.

Testi e foto di questa pagina sono stati tratti dal pieghevole edito dall'ente gestore.
(Francesco Lillo, Alessandra Sicilia, Bruno Zava)

Capo Gallo|Riserve e Parchi | Feste e sagre

Itinerari a Palermo e Provincia | Itinerari siciliani

Album e Report Fotografici | Musei Etnografici

<BACK

HOME

FEEDBACK PRIVACY

info@palermoweb.com

 PalermoWeb NEWS - Reg.Trib. Pa. n.26-17/09/07 - 1999-2015©Copyright PalermoWeb - Direttore: Rosalinda Camarda