La Musica del Sole
il sito di Sara Cappello
Dedicato alla musica popolare tradizionale siciliana

Home Page Il taccuino di Sara I miei CD preferiti Strumenti tradizionali Guest Book Cultura popolare Musica popolare
Cantastorie Rosa Balistreri Ascolta la musica Foto Album Un invito speciale Video Contatta Sara

La musica popolare siciliana: i canti d'amore

I Sentimenti dei canti popolari: la gelosia

Amore vuol dire cantare, il canto rivela gioie e dolori, gelosie, sdegno, corrucci, abbandono, disperazione amorosa; numerosi sono i canti di "gilusia, spartenza e sdegnu"

Esempio di "gilusia" Esempio di "spartenza"
Donna, ca duni acqua a dui vadduna, 
Donna che dai acqua a due torrenti
e un poi furmari mai ciumi correnti,
e non puoi formare un fiume corrente,
donna ca amannu vai a tanti patruna,
donna che amando vai tanti padroni,
e un li po’ fari a tutti mai cuntenti,
e non puoi farli mai tutti contenti;
amanni unu cu cori custanti,
amane uno con cuore costante
e l’autri levatilli di la menti;
e gli altri levateli dalla mente:
pirchì tu donna, pi amarinni a tanti
perchè tu donna, per amarne tanti,
t’abbruci, ti consumi, e nun fà nenti.
ti bruci, ti consumi e non fai niente.
(raccolto ad Alimena)
Bedda chi mi cadisti di lu cori,
Bella, che mi cadesti dal cuore
comu un panaru di mènnuli amari,
come un paniere di mandorle amare,
ti nn’hajiu a dari assà peni a ssù cori
te ne darò assai, pene nel cuore
p’anzina chi ti fazzu mpustimari.
sino a che ti farò ammalare.
( raccolto ad Alcamo)

Le serenate rappresentavano le modalità del corteggiamento mentre i canti di sdegno, la rottura del corteggiamento.

Esempi di "serenate"

Vurria cantari nta li matinati,
Vorrei cantare all'alba
allura chi su tutti addurmisciuti
quando tutti dormono
e nta ssu viancu lettu vi curcati
e in questo bianco letto siete coricata
e vi guditi lu sunnuzzu duci.
e vi godete il dolce sonno.
Eu vajiu cantannu pi li strati:
Io vado cantando per le strade
sona citarra e dammi bona vuci;
suona, chitarra e dammi buona voce,
s’hannu a jicari sti dù cori amati
si uniranno questi due cuori amanti
si lu Signori nni lassa ‘n saluti.
se il Signore ci lascia vivere.
(raccolto a Camporeale)
Nun dormiti no no, nun tantu sonnu
Non dormite, no, tanto sonno
Chi lu tantu durmiri vi fa dannu,
che il troppo dormire vi fa danno,
ccà c’è lu vostru amanti a stu cuntornu
qui in giro c'è il vostro amante,
cu strumenti d’amuri e va sunannu;
con strumenti d'amore và suonando;
sona di prima sira sinu a jornu,
suona da prima sera sino a giorno,
sona pri quantu jorna cc’è tra un annu;
suona per i giorni che sono in un anno;
pri quantu beddi cc’è tra stu cuntornu,
tra tante belle che sono nei dintorni
tu sula mi fa jiri pazziannu
tu sola mi fai impazzire.

<<Ritorna

< cappellosara@virgilio.it >

Crediti - GuestBook:<leggi><scrivi>

INFO LINE1: +39 333 4813467  -INFO LINE2: +39 329 5670724 - cappellosara@virgilio.it
Copyright 2005/2013 ©PalermoWeb.com - ©Sara Cappello - Questo sito partecipa al programma Anch'iOnLine di PalermoWeb
Ogni riproduzione è vincolata da autorizzazione dell'autore del sito