HOME PALERMOWEB

 

SMARTPHONE

PANORMUS - CALENDARIO POPOLARE

GIUGNO


La partecipata processione per Sant'Onofrio

Sesto mese dell’anno del calendario gregoriano, che regola la vita della nostra società, quello antico romano era il quarto (Junius, mese dedicato a Giunone). Il mese in cui si matura il grano ed ha inizio la sua raccolta, mietitura: a’ Giugnu, li fauci ‘n pugnu, se pioverà in questo mese, il raccolto sarà rovinato: acqua di giugno, consuma lu munnu.

In questo mese il giorno cresce di parecchi minuti, il 21 è il solstizio d’estate, un tempo si riteneva che fosse il più lungo dell’anno, inizia l’estate (a Palermo il sole sorge alle 3.48 e tramonta alle 22.30 !)

2 Giugno

  • Sant' Erasmo. Patrono di Capaci. In uso onore il comune organizza tre giorni di festa, tra sacro e profano

10 Giugno

  • Sant'Oliva. Santa vergine e martire palermitana, una patrona dimenticata, la cui iconografia è riconoscibile solo nel cantone settentrionale a Piazza Vigliena che guarda il mandamento della Kalsa.

  • La seconda domenica del mese di giugno, all'Olivella, si svolge la processione del SS Crocifisso detto comunemente dai palermitani "U signuruzzu" per via, in senso affettuoso, il piccolo e vicino crocifisso che, da sempre, per merito dell'antica confraternita a lui dedicata, ha protetto gli abitanti di questo quartiere del centro storico di Palermo.

12 Giugno

  • Sant’Onofrio. Era il Santo delle zitelle, le ragazze che cercavano marito si recavano nel piano di S.Onofrio dove c’è la sua chiesa per invocarlo. clic qui>>

13 Giugno

  • Sant’Antonio. Anticamente per ringraziare il Santo si organizzavano le cosiddette "tridicina da Padova di Sant’Antuninu", dal primo giugno al giorno a lui dedicato. Per distinguerlo da S.Antonio Abate, è comunemente chiamato "Sant’Antunino". clic qui>

15 Giugno

  • San Vito. Il Santo dei "morsicati"

24 Giugno

  • S. Giovanni. In questo giorno aveva luogo la "Calata di Baida" e consuetudine festeggiare Battista il "comparato" benedetto dal Santo.

29 Giugno

  • San Pietro. Patrono dei pescatori e dei pescivendoli, grande festa anticamente si svolgeva nella contrada di San Pietro, sono note le famose "chiavi" a lui dedicate. Nello stesso giorno si celebrava San Paolo, chi nasceva nella notte tra il 29 e il 30 giugno era credenza popolare che avrebbe posseduto virtù soprannaturali, comunemente erano detti "Cirauli o Ciarauli. clic qui>>


>VAI AGLI ALTRI MESI - >VAI ALLA PAGINA INIZIALE

 

Le foto e i testi di questo sito sono protetti da copyright 2002/2018 ©Carlo Di Franco e concessi in esclusiva a ©PalermoWeb.com
E' possibile, su richiesta, ottenere delle copie per usi commerciali: contattaci