PalermoWeb sta cambiando... resta in contatto su: www.palermoweb.net !

Monumenti
Chiesa di San Stanislao Kostka

 
Visualizza Palermo Tour ! in una mappa di dimensioni maggiori

Dove si trova
Piazzetta del Noviziato, dietro il Tribunale

Orari di visita
Domenica e festivi dalle 10 alle 13
da lunedì a venerdì ore 17.00
sabato ore 09.00

Info:
 

Da vedere nelle vicinanze
Chiesa dell'Immacolata Concezione al Capo, Porta Carini, Bastioni e Mura di porta d'Ossuna, Mercato del Capo


(foto ©PalermoWeb)

Dedicata a S. Stanislao, l'interno è ad unica navata e conserva stucchi, affreschi, marmi settecenteschi.

Del fine seicento era annessa al sontuoso Noviziato dei padri Gesuiti che fu distrutto nei moti del 1848.

Conserva una statua del Santo a cui è dedicata, Stanislao; la statua di marmo presenta il corpo del Santo giacente.

La chiesa è intitolata alla Madonna del Lume in quanto è presente il simulacro di Maria SS. del Lume, realizzato prendendo spunto da un piccolo quadro ovale.


Palermo, in una chiesa del centro storico di Palermo, dedicata a S. Stanislao Kostka, nel popolare quartiere del Capo, migliaia di fedeli venerano un'immagine miracolosa della Madonna, dipinta da pittore ignoto su una tela ovale esposta al culto.

Totò Trovatore, un tredicenne palermitano studente di scuola media, appassionato d'arte, di disegno e di piccolo antiquariato, ha finalmente scovato una piccola traccia che potrebbe svelare il mistero dei pittore ignoto che ha realizzato la tela.

Casualmente, Totò ha rintracciato, sulle bancarelle del mercatino delle Pulci al Papireto, il diario di un pittore sconosciuto, probabilmente vissuto nel Settecento: dalle pagine consunte e ingiallite del diario, Totò ha appreso che il pittore è deluso e disperato perché la devozione alla Madonna della sua tela, "dipinta quasi divinamente" grazie alie visioni di veggente, devozione diffusa dal gesuita Giovanni Antonio Genovesi (in alcuni documenti compare come Genovese), nel libro intitolato "La devozione di Maria SS. Del Lume" nel 173 3, è stata accusata di eresia, il libro è stato posto all'Indice dei libri proibiti e persino le apparizioni sono state contestate.

Il diario contiene un'esplicita richiesta del pittore che vorrebbe essere conosciuto e rivalutato.
Totò, la notte successiva al ritrovamento del diario, ha sognato il pittore che stava dipingendo un angelo con un cesto pieno... di cuori! E che gli ha fornito un oscuro indizio: "Segui il lume della  Madonna". Il ragazzo, curioso di natura e appassionato conoscitore della sua città, grazie al suo intuito ha iniziato le ricerche e ha passato al vaglio tutte le chiese dedicate alla Madonna del Lume: ha scoperto che queste sono numerose soprattutto in America latina, ma anche in Italia, in Sicilia e a Palermo.

Dopo aver ristretto le indagini alla sua città, Totò ha visitato II quadro della Madonna SS del Lume di pittore ignoto le Madonne del Lume ai Cassari, in C.so Calatafimi e in via S. Cristoforo, ma di cestini pieni ai cuori, nemmeno l'ombra.

Finalmente, Totò ha scoperto che la chiesa di S. Stanislao Kostka ospita il simulacro di Maria SS. del Lume, realizzato prendendo spunto da un piccolo quadro ovale: è il quadro cui facevano riferimento il pittore del sogno e le pagine del diario.

Nonostante le fatiche e le ricerche effettuate da Totò che ha inoltre scovato nella Biblioteca Comunale II documento intitolato: "Lettera in risposta al signor N.N. in cui dalla Sagra Scrittura, da' Concili Ecumenici e dai santissimi Padri viene manifestata la vera origine e l'antichità del Titolo Madre del Lume dovuto alla Santissime Vergine e l'obbligo rigoroso che abbiamo di invocarla Palermo 1738", il mistero non è ancora stato svelato benché rimangono ignoti i dati biografici del pittore.


Elenco Monumenti e Chiese

Itinerari a Palermo e Provincia

Album e Report Fotografici

<BACK

HOME

FEEDBACK PRIVACY

info@palermoweb.com

 PalermoWeb NEWS - Reg.Trib. Pa. n.26-17/09/07 - 1999-2015©Copyright PalermoWeb - Direttore: Rosalinda Camarda