PALERMO.CLOUD | PALERMOWEB.NET | SCOPRI LA CITTA' | TRASPORTI | UFFICI | I DINTORNI | LA SICILIA | EVENTI | NEWS | BOOKING ON LINE |

   v.2.017 

Turismo

Trasporti

Servizi

Eventi

News

Booking

Booking.com

Mondello

Mare

Monti

Dintorni

Sicilia

Home

Itinerario 15: La costa del Sole !

Booking.com

Booking.com

La costa del Sole !
Da Sferracavallo a Romagnolo

 
Visualizza Palermo Tour ! in una mappa di dimensioni maggiori

Segui la mappa anche in 3d colore giallo

Da Sferracavallo ad Acqua dei Corsari, da nord-ovest a sud-est, la costa di Palermo ha la caratteristica di offrire molteplici rapporti col mare, sia per storia, per diversità geologiche che per nuclei sociali.

A nord-ovest, il sistema costiero è costruito alla base dei grandi massi calcarei di Monte Gallo e Monte Pellegrino, da cui il primo, gettandosi aspramente a mare, interrompe la percorribilità automobilistica della costa.

Attorno ad essi si sviluppano le borgate marinare di Sferracavallo, Mondello, Vergine Maria, Arenella e Acquasanta.

Sferracavallo è il nucleo sociale più attivo itticamente, i suoi fondali sia rocciosi che sabbiosi ospitano una grande varietà di pesci tipici del tirreno mentre la Baia del Corallo permette facili escursioni dei suoi fondali marini. Rinomata per la gastronomia tipica basata esclusivamente dal pesce fresco.

La Riserva naturalistica di Capo Gallo possiede un porticciolo esclusivamente turistico costituito da un molo a tre bracci interamente banchinato, il fondo marino è roccioso-sabbioso con fondali in banchina da 2,50 m. a 4,00: l'antico dammuso della torre Amari, la costa frastagliata della Marinella, le grotte dell'Olio e del Faro, sono alcuni dei luoghi che fanno di questa riserva uno scrigno naturalistico affascinante sopra e sotto il mare. 

Il golfo di Mondello è invece la spiaggia dei palermitani: essa è riuscita a sfruttare la sua particolare esposizione ai venti offrendo possibilità per ogni attività nautica durante tutto l'anno.

Sempre nell'insenatura di Mondello si trova il porticciolo, esclusivamente turistico, di punta Celesi, costituito da un piccolo molo banchinato (il fondo marino è sabbioso con fondali da 0,50 a 2,00 m.)

Da Punta Priola in poi comincia l' Addaura, il cui porticciolo è costituito da una darsena racchiusa da un molo e da una banchina di riva, il fondo marino è sabbioso con fondali da 2 a 3 m. Sempre su questo fianco della Riserva naturale di monte Pellegrino si trovano le borgate di Vergine Maria e Arenella, consolidatesi attorno le Tonnare Bordonaro e Florio a partire dal tardo '600.

Il porticciolo dell' Arenella è costituito da due darsene riparate, il fondo marino è sabbioso e roccioso con fondali da 0,50 a 3 m., l'ingresso al porticciolo è continuo. Ultima borgata del Pellegrino è l'Acquasanta, con la sua Marina di Villa Igiea, protetta da due moli, è il porto turistico di Palermo con fondale marino sabbioso e alto da 2 a 12 m. Il polo commerciale del cantiere navale, del porto della città e della Cala costituisce un limite di fruibilità lungo la costa palermitana, al di sotto del quale la costa sud-orientale oltre a cambiare paesaggio, aspetta grandi risanamenti ambientali. 

Si tratta della costa del golfo di Palermo, costituito dalla sequenza di borgate cadute in crisi: Acqua dei Corsari, Bandita, Sperone e Sant'Erasmo, soltanto dal dopoguerra hanno esaurito la loro potenzialità ittica, nonché lentamente anche la loro balneabilità per la quale presso Romagnolo erano rinomati i "bagni della salute", un tratto di costa che garantiva salubrità per la particolarità delle alghe.

Testo di Rossella Carlino tratto da un opuscolo della Provincia di Palermo


Tutti gli itinerari


Altri Tour - Altri Itinerari

Elenco Monumenti e Chiese

Album e Report Fotografici

 PalermoWeb NEWS - Reg.Trib. Pa. n.26-17/09/07 - 1999-2017©Copyright PalermoWeb - Direttore: Rosalinda Camarda