PALERMO.CLOUD | PALERMOWEB.NET | SCOPRI LA CITTA' | TRASPORTI | UFFICI | I DINTORNI | LA SICILIA | EVENTI | NEWS | BOOKING ON LINE |

   v.2.017 

Turismo

Trasporti

Servizi

Eventi

News

Booking

Booking.com

Mondello

Mare

Monti

Dintorni

Sicilia

Home

Itinerario 7: Un gioiello ritrovato

Booking.com

Booking.com

Un gioiello ritrovato
Dalla Stazione Centrale allo Spasimo

 
Visualizza Palermo Tour ! in una mappa di dimensioni maggiori

Segui la mappa anche in 3d colore prugna

La Stazione Centrale di Palermo, sita nella Piazza Giulio Cesare, è un edificio tardo ottocentesco, prospiciente il cosiddetto "ingresso monumentale" alla via Roma.

Al centro della piazza sorge un Monumento a Vittorio Emanuele II del 1886.

Guardando la via Roma, imbocchiamo a destra la via Lincoln che percorreremo quasi tutta fin quasi al mare.

Presto incontriamo l’incrocio con il Corso dei Mille zona popolare e di mercato, e a pochi metri da esso, sullo stesso corso, dovreste scorgere una bancarella, sita sul marciapiede, assediata da gente che mangia qualcosa ! 

Cosa sarà mai quel qualcosa ?? Ma è il venditore di "Frittola" naturalmente: se avete "fegato" provatelo ! 

Più avanti una osteria ed una ottima gelateria concluderanno il più classico dei "fuori pasto" palermitani !!

Ritorniamo sui nostri "sentieri", con sottofondo di clacson e grida di palermitani ingabbiati in mezzo al traffico cittadino :-) raggiungiamo un altro incrocio: con la via Archirafi, ove ha sede la facoltà di botanica dell’Università di Palermo.

Proseguendo ancora sulla via Lincoln raggiungiamo il fantastico Orto Botanico, fondato nel 1786, tra i più vecchi d'Europa. Dieci ettari di yucche, cycas, ficus, ananas, banani, alberi con il fusti ad aculei (kapoc), cactus, euforbie e tantissime altre specie vegetali vi daranno l’impressione di stare all’interno di una foresta tropicale: ma siete a pochi metri dal Mar Tirreno !!

Uscendo, se non siete ancora soddisfatti di tanto rigoglio, a pochi metri sullo stesso lato troviamo la villa Flora, oggi Villa Giulia, da poco restaurata .

Un giardino all’italiana disegnato nel 1778 ma ingrandito nel 1866. Il nome attuale deriva dalla moglie del viceré Marco Antonio Colonna (lo stesso che fece erigere la Porta Felice): donna Giulia !Belle alcune statue interne alla villa soprattutto da non perdere la statua del Genio di Palermo meta di un apposito itinerario.

Uscendo dalla villa, di fronte, attraversando la via Lincoln al Bar Touring  potrete gustare delle ottime arancine bomba  e  le specialità della pasticceria palermitana.

Sullo stesso lato della via Lincoln si apre la Porta Reale, ricavata dalle antiche mura cittadine, che immette in uno dei rioni storici di Palermo: la Kalsa.

L’antica Al-Halisah, l’Eletta, la cittadina araba sede dell’Emiro e delle sue truppe. La strada che ci permette di arrivare a Piazza Kalsa è la via Cervello.

Sulla destra una piccola salita accanto la Porta dei Greci ci porta nell'antico Palazzo Forcella De Seta, ottocentesco maniero che se siete fortunati potrete visitare anche dall'interno.

Non possiamo notare, arrivando in piazza Kalsa, alla nostra sinistra la grande mole della Chiesa di S.Teresa di fine ‘600: ne vale la visita solo il pavimento di grande effetto decorativo.

Dalla piazzetta attigua a sinistra della chiesa risaliamo la via dello Spasimo: a pochi passi a destra troviamo l?oratorio dei Bianchi che contiene statue e stucchi del Serpotta, più avanti sulla stessa antica via ancora lastricata, nei pressi dell' omonima piazzetta è l’ingresso del nostro "gioiello ritrovato": il complesso monumentale dello Spasimo una volta Chiesa-Convento, semidistrutta e abbandonata per secoli, oggi risorta grazie  ad un efficace intervento di restauro.

Qui oggi si svolgono mostre, spettacoli, manifestazioni invernali ed estive di grande suggestione, come concerti all’aperto nel piano di quella chiesa che fu rappresentata da Raffaello Sanzio nella sua opera pittorica "Madonna dello Spasimo", oggi esposta al museo del Prado di Madrid in quanto ceduta dal al viceré di Sicilia da Filippo IV.

Abbiamo raggiunto la meta del nostro itinerario, siamo in pieno centro storico della città in uno dei mandamenti più importanti ovvero quello di Castellammare: non lasciatevi prendere dalla stanchezza, riposatevi all’interno della struttura, visionando magari qualche video nella sala multimediale che descrive come era pochi anni fa e come è stato recuperato tutto il complesso monumentale.

Allora che si fa ? Si bivacca ?

Forza... allora andiamo a scoprire nuovi tesori...


Continua: Dallo Spasimo a Piazza Marina


Altri Tour - Altri Itinerari

Elenco Monumenti e Chiese

Album e Report Fotografici

 PalermoWeb NEWS - Reg.Trib. Pa. n.26-17/09/07 - 1999-2017©Copyright PalermoWeb - Direttore: Rosalinda Camarda