PALERMO.CLOUD | PALERMOWEB.NET | SCOPRI LA CITTA' | TRASPORTI | UFFICI | I DINTORNI | LA SICILIA | EVENTI | NEWS | BOOKING ON LINE |

   v.2.017 

Turismo

Trasporti

Servizi

Eventi

News

Booking

Booking.com

Mondello

Mare

Monti

Dintorni

Sicilia

Home

Itinerario 11: Una passeggiata a Mare

Booking.com

Booking.com

   

(foto ©PalermoWeb)

Una passeggiata a Mare
Da Porta Felice all'Orto Botanico

 
Visualizza Palermo Tour ! in una mappa di dimensioni maggiori

Segui la mappa anche in 3d colore arancio

Se è una bella giornata e avete deciso di godere della brezza del mare, se siete incontentabili e desiderate una meta che oltre al mare contempli anche il verde dei giardini - non avete che da seguirmi.

Abbiamo già incontrato in un'altro precedente itinerario alcuni luoghi qui riproposti, ma in questo caso non approfondiamo troppo sul dettaglio e passeggiamo con molta rilassatezza guardandoci attorno, sopra e... sotto !

Si parte dalla fine (diamo per scontato che proveniate dalla parte alta) del Cassaro cioè il Corso Vittorio Emanuele.

Davanti a voi si staglia la porta che separava l'arteria principale della città dal mare: la porta Felice.

Cominciata nel 1582 e in seguito lasciata in asso per un bel pezzo, risulta terminata nel 1637. Il nome le fu dato dalla consorte del Viceré del momento Marcantonio Colonna. Un occhio allenato può distinguere la differenza di stili tra il primo e il secondo ordine, dovuta alla lentezza della costruzione (confermata varie targhe) e alla "mano" dei diversi architetti che vi lavorarono. Oltrepassata la porta vi esortiamo a prestare attenzione alla velocità delle macchine (per prima cosa, la pelle) e subito dopo, allo spettacolo che si offre davanti a noi.

Il Foro Italico rimase per secoli meta preferita per le passeggiate cittadine e sede appropriata per feste e divertimenti. Fino a pochi anni addietro, la zona era rovinosamente compromessa da bancarelle e carrozzoni da lunapark che la sfiguravano. Oggi grazie ad un progetto della sindacatura Orlando e definita negli anni a seguire è un luogo ove potere trascorrere ore in relax sul prato o vicino il mare.

Seguendo il perimetro delle mura ammiriamo la "lotta per la sopravvivenza", di palazzi e casini antichi, soffocati da varie altre costruzioni. Spostato di qualche metro è il Tempietto della Musica di metà '800 in puro stile Neoclassico. Proseguendo incontriamo la porta Dei Greci aperta nel 1553 e con portale del 1581 attraversando la quale si accede al quartiere della Kalsa. Marciamo fino all'incrocio con la via Lincoln e la imbocchiamo.

Quasi al principio è l'accesso a Villa Giulia, battezzata con il nome della moglie del viceré Marcantonio Colonna di Stigliano e sorta nel 1778 su progetto di Nicolò Palma. L'ingresso monumentale attualmente chiuso si affaccia sul lato del mare. La villa a pianta quadrata è un tipico esempio di giardino all'italiana con schema geometrico, viali e siepi ordinate. Nello spiazzo centrale è una vasca con putto reggente dodici orologi a sole, tutto intorno sono esedre pompeiane ottocentesche.

Annesso alla villa è l'Orto Botanico, fondato nel 1785 dal viceré Caracciolo. All'interno è possibile ammirare una gran varietà di piante di diverse specie, bellissimo il viale delle palme e la sezione delle piante grasse.

Se siete fortunati potete ammirare la fioritura delle ninfee.

Il Ginnasio, edificio centrale di gusto neoclassico è della fine del XVIII secolo, come del resto anche i due edifici laterali progettati da Venanzio Marvuglia.


Continua: Dalla Zisa alla Cuba


Altri Tour - Altri Itinerari

Elenco Monumenti e Chiese

Album e Report Fotografici

 PalermoWeb NEWS - Reg.Trib. Pa. n.26-17/09/07 - 1999-2017©Copyright PalermoWeb - Direttore: Rosalinda Camarda