PALERMO.CLOUD | PALERMOWEB.NET | SCOPRI LA CITTA' | TRASPORTI | UFFICI | I DINTORNI | LA SICILIA | EVENTI | NEWS | BOOKING ON LINE |

   v.2.017 

Turismo

Trasporti

Servizi

Eventi

News

Booking

Booking.com

Mondello

Mare

Monti

Dintorni

Sicilia

Home

Itinerario 4: Un concentrato di storia

Booking.com

Booking.com

Un concentrato di storia
Dal Municipio alla Cattedrale

 
Visualizza Palermo Tour ! in una mappa di dimensioni maggiori

Segui la mappa anche in 3d colore viola

Siamo in pieno centro storico di Palermo.

Questa parte di città e' sempre esistita dalla sua fondazione ad oggi e, per fortuna, ciò che rimane, è protetto da un nuovo Piano Regolatore dedicato esclusivamente a questa parte di città: il "piano particolareggiato del centro storico di Palermo".

Prima di risalire il Corso Vittorio Emanuele verso la Cattedrale facciamo qualche metro verso il mare, a pochi metri troviamo la Chiesa di San Matteo, l'aspetto misterioso di questa cappella vi affascinerà. Qui fu seppellito il grande stuccatore palermitano Giacomo Serpotta.

Ritorniamo dietro il Palazzo delle Aquile ovvero la sede del Municipio di Palermo, attraversando la piccola piazza Bellini, si erge uno dei più bei monumenti di Palermo: si salgono pochi gradini per la Chiesa di Santa Maria dell'Ammiraglio, meglio conosciuta come "la Martorana": fondata in epoca normanna, nel 1140 circa, da Giorgio Antiocheno, Grande Ammiraglio di Re Ruggero il Normanno.

Sulla sinistra si erge invece la Chiesa e Monastero di Santa Caterina d'Alessandria: stupenda e ricca di stucchi del gran maestro Serpotta.

Adiacente è la Chiesa di San Cataldo edificata nel 1153 e sotto di essa, furono ritrovate, dopo l'ultima guerra mondiale, i resti di antiche mura di epoca Romana, visibili dalla sottostante piazza Bellini ove è sito un Teatro omonimo e un rinomato locale tipico.

Ritorniamo indietro e percorriamo pochi metri del Corso Vittorio Emanuele in direzione Cattedrale.

Subito a sinistra quattro gradini ci consentono di accedere alla Chiesa di San Giuseppe dei Teatini: dall'esterno non vi attirerà molto... quello che vi stupirà è l'interno e molto altro !

Usciti dalla chiesa continuiamo il cammino verso la Cattedrale: poco dopo incontriamo una piazza dominata da una statua di Carlo V al centro della Piazza Bologni. Questa fu aperta nel 1566 e chiamato Largo Aragona, in onore a Carlo d'Aragona fino a quando un Barone, Aloisio Bologna, vi costruì un palazzo oggi non più esistente.

Di fronte, sul Corso, il palazzo Belmonte-Riso, recentemente restaurato e sede di mostre ed esposizioni: da non perdere!

Proseguiamo incontrando a sinistra la Chiesa del SS. Salvatore anch'essa di epoca normanna rifatta nel '500. 

Attenzione ! Potrebbe passare inosservata: visitatela !

Poco più avanti a destra è la Biblioteca Regionale che fa parte del Collegio dei Gesuiti costruito nel 1588.

Pochi metri e arriviamo al piano della Cattedrale e più avanti al Palazzo Arcivescovile residenza del Cardinale e sede del Museo Diocesano.

Ricordiamo che questa non ha la presunzione di essere una guida turistica di Palermo ma solo una traccia per visitare la città: se venite a Palermo dotatevi di una buona guida, meglio se di autore locale.

A Palermo c'è una posto tutto d'oro...   scoprilo nel prossimo itinerario !


Continua: Dalla Cattedrale al Palazzo Reale


Altri Tour - Altri Itinerari

Elenco Monumenti e Chiese

Album e Report Fotografici

 PalermoWeb NEWS - Reg.Trib. Pa. n.26-17/09/07 - 1999-2017©Copyright PalermoWeb - Direttore: Rosalinda Camarda