PALERMO.CLOUD | PALERMOWEB.NET | SCOPRI LA CITTA' | TRASPORTI | UFFICI | I DINTORNI | LA SICILIA | EVENTI | NEWS | BOOKING ON LINE |

   v.2.017 

Turismo

Trasporti

Servizi

Eventi

News

Booking

Booking.com

Mondello

Mare

Monti

Dintorni

Sicilia

Home

Terme di Sicilia - Centri termali


Hotel / B&B in Sicilia

 Booking.com


La Sicilia vanta un ricco patrimonio idrotermominerale, noto sin dai tempi della Magna Grecia, dovuto alla particolare natura del suo suolo.

Nella foto sopra il centro termale della Villa Romana del Casale di Piazza Armerina, patrimonio dell'Unesco

Centri termali attivi in Sicilia

Terme di Segesta (TP)

Terme di Calatafimi Gorga (TP)

Terme di Termini Imerese (PA)

Terme di Montevago (AG)

Terme di Acireale (CT)

Terme di Alì Granata (ME)

Terme di Alì Marino (ME)

Terme di Vulcano (ME)

Terme di Vigliatore (ME)



Grand Hotel delle Terme, Termini Imerese, Palermo


Sorgenti

Terme di Geraci Siculo (PA)


Centri termali attualmente non attivi

Terme di Sciacca (AG)

Terme di Lipari (ME)

Terme di Sclafani (PA)


Le informazioni di seguito sono puramente indicative occorre rivolgersi sempre al proprio medico di base.


Leggi qui l'ultima normativa in vigore

Leggi il rapporto sulle Terme di Sicilia


MALATTIE PER LE QUALI IL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE
INDICA LE CURE TERM
ALI

Cicli di cura autorizzati
Malattie reumatiche
: Osteoartrosi e altre forme degenerative; reumatismi extra articolari; 12 fanghi oppure 12 fanghi + 12 bagni oppure; 12 bagni oppure 12 grotte;

Malattie delle vie respiratorie: Sindromi rinosinusiti che bronchiali croniche; Bronchiti croniche semplici od ostruttive (ad eccezione di asma ed enfisema in stato avanzato complicato da insufficienza respiratoria grave e/o cuore polmonare cronico); 24 cure inalatorie; 24 cure inalatorie oppure ciclo integrato della ventilazione polmonare;

Malattie dermatologiche: Psoriasi (escluse le forme pustolosa ed eritrodermica); eczema e dermatite atopica (escluse le forme acute vescicolari ed essudative); dermatite seborroica ricorrente; 12 bagni per malattie dermatologiche;

Malattie ginecologiche: Sclerosi dolorosa del connettivo pelvico di natura cicatriziale e involutiva; leucorrea persistente da vaginiti croniche aspecifìche o distrofiche;12 irrigazioni vaginali oppure; 12 irrigazioni vaginali con bagno;

Malattie di orecchio, naso e gola: Rinopatia vasomotoria; faringola-ringiti e sinusiti croniche; stenosi tutarica; otiti croniche purulente non colesteatomatose; otite catarrale cronica; 24 cure inalatorie; 24 cure inalatorie oppure ciclo di cura per la sordità rinogena;

Malattie delle vie urinarie: Calcolosi delle vie urinarie e sue recidive; 12 cure idropiniche;

Malattie cardiovascolari: Postumi di flebopatie di tipo cronico ciclo di cure per vasculopatie periferiche;

Malattie gastrointestinali. Dispepsia gastroenterica e biliare; sindrome dell'intestino irritabile nella varietà con stipsi; 12 cure idropiniche.


LE AGEVOLAZIONI DEL SANITARIO NAZIONALE

Il Servizio Sanitario Nazionale eroga cure termali per soli 12 giorni in un anno (il costo dell'albergo è a carico del paziente) mentre in quasi tutte le malattie la scienza idrologica richiederebbe in un anno 2 cicli di cure di 12 giorni ciascuno.

Fanno eccezione alcune malattie professionali per le quali l'INAIL può concedere periodi di cura più lunghi. Recentemente l'accesso alle cure termali è stato notevolmente agevolato.

Infatti, è il medico curante che invia i propri pazienti alle cure termali con la semplice prescrizione sul ricettario della USL, specificando la malattia secondo quanto prescrive il D.M. 15 dicembre 1994

In tal senso, il cittadino è facilitato notevolmente e può effettuare le cure termali senza le lungaggini burocratiche degli anni passati ma con il controllo del proprio medico curante che conosce esattamente le sue condizioni di salute

Le cure termali sono un diritto del cittadino
Ogni cittadino Italiano ha diritto a 12 sedute di cure termali a carico del Servizio Sanitario Nazionale, infatti tali cure sono un diritto sancito e riconosciuto dalla legge di Riforma Sanitaria.

Come ottenere l'autorizzazione alle cure
Bisogna rivolgersi al proprio medico curante che deve redigere l'impegnativa contenente l'esatta prescrizione di cure termali e la relativa diagnosi, in modo da presentarsi, poi, con questa allo stabilimento termale.
La partecipazione alla spesa sanitaria (ticket) o la quota fissa, se dovute, si pagano direttamente alle terme.

Il paziente dovrà quindi presentarsi all'accettazione munito di:

1)  Ricetta medica emessa dal medico curante dell'A.S.L. di residenza compilata secondo la modalità descritta nel paragrafo successivo ("La ricetta medica") e con eventuali esenzione ticket indicate nell'apposita casella.

2) Tesserino sanitario

3) Codice fiscale

La ricetta medica
Ai fini della validità per il S.S.N. della prescrizione di cure termali è fondamentale che la ricetta mutualistica riporti, oltre alla prestazione terapeutica, la diagnosi relativa espressa in modo esatto anche se semplificato.

CICLO DI FANGHI CON BAGNI TERAPEUTICI oppure CICLO DI BAGNI TERAPEUTICI
può bastare, per entrambi, come diagnosi: osteoartrosi o reumatismi extrarticolari

CICLO DI CURE INALATORIE
basta che la diagnosi di pertinenza otorinolaringoiatrica o pneumologica venga espressamente riportata come "cronica" (esempio: faringolaringite cronica, sinusite cronica, etc.) escludendo dalle indicazioni le forme asmatiche e l’enfisema grave (da specificare!). E’ accettabile anche la diagnosi di rinopatia vasomotoria

CICLO DI CURA PER LA SORDITÀ RINOGENA
è ugualmente opportuno associare "cronica" alla naturale diagnosi di otite catarrale.
E’ accettabile anche la diagnosi di stenosi tubarica

CICLO INTEGRATO DI VENTILAZIONI POLMONARI
valgono i consigli espressi per le cure inalatorie e bastano indicazioni diagnostiche di bronchite cronica o B.P.C.O. (broncopneumopatia cronica ostruttiva)

IRRIGAZIONI VAGINALI O IRRIGAZIONI VAGINALI CON BAGNO
è utile come nei casi precedenti associare "cronica" alla frequente indicazione di vaginite

CICLO DI CURA PER VASCULOPATIE PERIFERICHE
è elettiva l’indicazione di "postumi di flebopatie croniche".

 PalermoWeb NEWS - Reg.Trib. Pa. n.26-17/09/07 - 1999-2017©Copyright PalermoWeb - Direttore: Rosalinda Camarda